Farnesina: Malan, ‘Di Maio replichi ad aggressività Cina e Iran’

Condividi questo articolo:

Roma, 7 mar. (Adnkronos) – “Cina e Iran aumentano la loro aggressività: che fa l’Italia? Che fa l’Unione europea? Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio prenda atto che non è cambiato il ministro degli Esteri, ma è cambiato il governo. È inaccettabile che il regime comunista di Pechino minacci, o addirittura annunci, l’invasione di Taiwan, Paese sovrano, che non è mai stato sotto la sua sovranità. Così come non sono tollerabili le minacce di Teheran affinché l’Europa faccia finta di nulla sull’aperto violazione del trattato sul nucleare, tanto più che l’Iran non manca di annunciare la sua intenzione di distruggere Israele”. Lo afferma il senatore di Forza Italia Lucio Malan, componente della commissione Esteri.

“Luigi Di Maio, ministro del governo Draghi, che ha rivendicato il legame con l’Occidente e gli Usa, faccia sentire concretamente la voce dell’Italia, la cui Costituzione -ricorda ancora Malan- ripudia la guerra come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali. Ricordi a Iran e Cina i nostri principi”.

Questo articolo è stato letto 2 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net