Covid: Mattarella, ‘arte parte della vita irrinunciabile’

Condividi questo articolo:

Roma, 11 mag. (Adnkronos) – “Lo spettacolo dal vivo è tra i settori più colpiti dalle conseguenze della pandemia, al di là dei rilevanti interventi del Governo per sostenere il settore. Si tratta di un impoverimento economico e culturale, quest’ultimo non risarcibile, che non può permanere a lungo, perchè il cinema, il teatro, la musica, la danza, in una parola l’arte non sono elementi aggiuntivi della vita sociale -belli, alti, confortanti- di cui si possa fare a meno di fronte a problemi più gravi ed urgenti: ne costituiscono al contrario parte irrinunziabile”. Lo ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione della cerimonia al Quirinale per la presentazione dei candidati ai Premi “David di Donatello” per l’anno 2021.

“La pandemia -ha aggiunto il Capo dello Stato- ci ha costretto a chiudere le porte dei cinema e dei teatri, come nei periodi oscuri della storia dell’umanità: quando i palcoscenici e i set sono vuoti, quando le orchestre tacciono e nessuno danza”.

Questo articolo è stato letto 2 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net