Canoa: Europei, 4 barche azzurre in finale

Condividi questo articolo:

Monaco, 18 ago. – (Adnkronos) – Esordio positivo per gli azzurri della canoa velocità impegnati nella prima giornata di gare ai Campionati Europei in corso fino a domenica 21 agosto nello storico Olympic Regatta Center di Monaco di Baviera, sede dei Giochi Olimpici del 1972. Equipaggi azzurri che sotto la guida del Direttore Tecnico Oreste Perri conquista subito l’accesso a quattro finali: Carlo Tacchini nel C1 1000m (specialità olimpica), Samuele Burgo e Andrea Schera nel K2 1000m, Nicolae Craciun e Daniele Santini nel C2 500m (specialità olimpica) e Agata Fantini e Mathilde Rosa nel K2 1000m femminile.

Il primo a staccare il pass per la finale è Carlo Tacchini nel C1 1000 metri. Il verbanese in forza alle Fiamme Oro si dimostra in buona forma e centra l’obiettivo con il primo tempo di batteria, accedendo così direttamente alla finale in programma sabato alle 12.51. L’azzurro dovrà vedersela con avversari di caratura olimpica come il moldavo Serghei Tarnovschi, il fuoriclasse ceco Martin Fuksa, il francese Adrien Bart ed il rumeno Catalin Chirila.

“Abbiamo trovato un bellissimo campo di gara. Acqua limpida, fredda e dura, condizioni ideali per noi. Non essendoci la corsia di risalita, ho trovato il campo di gara un po’ mosso che mi è costato un piccolo richiamo arbitrale. Ho fatto la mia gara e sono riuscito a confermare le mie aspettative battendo gli avversari che mi ero prefissato. Ora ricarichiamo le energie e ci concentriamo per le finali”, ha commentato Carlo Tacchini dopo la gara, che non è riuscito a bissare il risultato sulla distanza dei 500m e con il quarto tempo in batteria (1:57.264) sarà costretto a disputare la semifinale alle 11.25 di domani, 19 agosto.

Buona la prima anche per l’equipaggio azzurro del K2 1000 metri formato da Samuele Burgo e Andrea Schera. La coppia d’argento al recente mondiale di Halifax si conferma anche sul bacino di Monaco e vola in finale con il secondo tempo in batteria di 3:18.039, dietro solo all’equipaggio tedesco campione del mondo in carica. I due siciliani delle Fiamme Gialle saranno in corsia per il podio europeo nella finale in programma domenica alle 11:15.

“E una lotta dura con la Germania, ma anche con tante altre nazioni molto forti nella specialità dei 1000 metri. E’ stato importante andare subito in finale e giocarci le nostre chance domenica. Ritrovarsi su questo campo a distanza di 50 anni dalle olimpiadi di Monaco è per noi un grande onore ed una grande emozione.” ha commentato a caldo Samuele Burgo. “Siamo contenti della medaglia mondiale e l’obiettivo sarà almeno quello di replicare. Il campo è molto bello, unica pecca la corsia di risalita che non c’è”, ha proseguito Schera.

Missione compiuta anche per il C2 di Daniele Santini e Nicolae Craciun che non delude le aspettative e con il terzo tempo, in 1:48.469, porta a casa con Ungheria e Spagna, la finale sui 500m. Il tandem azzurro delle Fiamme Oro ritornerà in acqua domani alle 14.47 per la finale del C2 1000m mentre lo vedremo in azione domenica alle 13.29 per la finale sulla distanza olimpica dei 500 metri.

Tra le donne è il K2 di Agata Fantini e Mathilde Rosa a staccare il biglietto per la finale sui 1000 metri. Le due azzurre della Marina Militare superano lo scoglio della semifinale con il secondo posto ed il crono di 3:58.136, prenotando una corsia nella finale di domani in programma alle 14:31.

Dovranno invece affrontare le semifinali tutti gli altri azzurri in gara oggi. Irene Burgo chiude al quarto posto la batteria del K1 1000m (4:09.059) ed al quinto quella del K1 500m (1:58.949), per lei appuntamento domani, rispettivamente alle 09:37 e alle 17:30, con le due semifinali. Quarto posto anche per il fratello minore, Samuele Burgo (3:43.819) che, impegnato da singolista sulla distanza olimpica del K1 1000m, tornerà in acqua domani alle 09.51 a caccia di una delle nove corsie finali.

Accesso in semifinale anche per Susanna Cicali e Cristina Petracca che hanno chiuso le batterie del K2 500 metri al quinto posto in 1:55.116; mentre al maschile Andrea Schera e Tommaso Freschi, sempre nella batteria del K2 500m, sono sesti (1:37.279). Per entrambe le barche azzurre, semifinale prevista domani 19 agosto (alle 11.35 per le donne e alle 17.45 per gli uomini). Non riesce invece a conquistare la finale il K1 500m di Mauro Crenna: per lui quinto tempo in semifinale e finale B in programma domani alle 14.02.

Questo articolo è stato letto 1 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net