Nuovo anno, nuova bolletta? Le novita’ introdotte per venire incontro ai consumatori

Condividi questo articolo:

Rendere le bollette più leggibili, più chiare, più trasparenti, è questo l’obbiettivo dell’Autorità per l’energia e il gas. Ma i consumatori sono contenti? E’ facile cambiare fornitore di energia elettrica o di gas? Ecoseven.net vuole capirci di più e meglio, dalla parte della chiarezza!

Con la liberalizzazione del settore elettrico il consumatore può scegliere il proprio fornitore di energia, confrontando le diverse offerte sul mercato. Ne è seguito un miglioramento dei servizi. Oggi i consumatori tra l’altro, oltre a poter scegliere tra i vari operatori, possono anche avere più chiaro il dettaglio delle loro spese. Propiro per questo l’Autorità per l’energia elettrica e del gas con l’arrivo del nuovo anno ha introdotto uno schema di bolletta più chiaro e più semplice. L’operazione trasparenza, a cui i fornitori si devono adeguare è previsto dalla Direttiva per l’armonizzazione e la trasparenza dei documenti di fatturazione emanata dalla stessa Autorità per l’energia, che si è posta l’obiettivo di rendere le bollette sempre più comprensibili e trasparenti, agevolando il confronto fra quelle per la fornitura di energia elettrica e quelle del gas. Inoltre il nuovo schema di bolletta verrà utilizzato sia per le forniture di energia elettrica, sia per quelle di gas, nonché per le forniture congiunte di energia elettrica e gas, chiamati contratti dual fuel,  sempre più diffusi nel mercato libero. La nuova Direttiva dell’Autorità è stata emanata al termine di un processo di consultazione e confronto largamente partecipato, che ha coinvolto anche operatori del settore ed Associazioni dei consumatori e ha incluso la realizzazione di un’indagine demoscopica per conoscere le opinioni di diverse categorie di cittadini interessati. Per facilitare la lettura, i clienti finali hanno ricevuto, dall’inizio di quest’anno una bolletta composta da un quadro sintetico ed un quadro di dettaglio. Il primo conterrà solo le principali informazioni: caratteristiche della fornitura, riepilogo dei consumi del periodo e dell’importo da pagare, scadenza del pagamento, numeri per i reclami e il servizio guasti.
Il secondo quadro spiegherà nel dettaglio la spesa per i consumi, distinguendo tra le varie voci. In particolare la distinzione tra Servizi di vendita (oggetto della liberalizzazione) e Servizi di rete (sottoposti a tariffa dell’autorità che i consumatori pagano), consentirà alle aziende di vendita di chiarire le diverse componenti previste nei contratti sottoscritti dai clienti ed ai consumatori stessi di controllare e verificare meglio la corretta applicazione del contratto. Vengono introdotte, anche al fine di orientare il consumatore verso una scelta del fornitore con maggiore rispetto del tema ambientale, informazioni sulle fonti utilizzate per la produzione di elettricità e la tipologia degli impianti (ad esempio centrali idroelettriche, a carbone, a olio combustibile o a gas) oppure informazioni aggiuntive per agevolare i clienti ad esempio come inoltrare un reclamo, procedure in caso di mancato o tardivo pagamento della bolletta. La novità riguarda sia le famiglie che i clienti non domestici di piccole dimensioni.

Ma sarà davvero così? Ecoseven non mancherà di verificare “praticamente” le novità introdotte con il nuovo anno.

Natale Accetta

Questo articolo è stato letto 5 volte.

bolletta, bolletta elettrica, conto energetico, elettricità, energia, risparmio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net