Nucleare: 23 centrali a rischio tsunami

Condividi questo articolo:

Ci sono 23 centrali nucleari che sono costruite in zone a rischio tsunami: 13 centrali sono in attivita’, mentre altre sono in fase di ampliamento

Nel mondo ci sono 23 centrali nucleari a rischio tsunami. Ci spieghiamo: 23 centrali energetiche sono state costruite  in aree a rischio di tsunami, ovvero a rischio di maremoto e onde anomale, alte tanto da mettere in pericolo non solo gli edifici e le struttura ma anche gli abitanti della zona.

Proprio come Fukushima Daiichi, la centrale colpita dallo tsunami l’11 marzo 2011, ci sono altre centrali nucleari che corrono il rischio, e la maggior parte si ritrovano tutte nell’Asia Orientale e nell’Asia del Sud. A lanciare l’allarme sul rischio di alcune centrali energetiche è uno studio condotto da ricercatori europei e pubblicato sul Journal of Natural Hazards.

Le 23 centrali nucleari a rischio tsunami, compresa quella di Fukushina Daiichi, hanno in totale 74 reattori; 13 centrali sono in attività, mentre altre  sono in fase di completamento o di ampliamento per ospitare ancora più reattori. A rischio ci sono anche centrali nucleari in fase di costruzione: 19 dei 27 reattori in cantiere, tra Cina e Taiwan, sono in costruzione in aree identificate come aree a rischio tsunami. In Giappone sono 7 le centrali nucleari che  si trovano in zone a rischio tsunami, mentre in Corea del Sud due centrali costruite in zone a rischio stanno per essere ampliate.

(gc)

Questo articolo è stato letto 9 volte.

centrale nucleare, centrali nucleari rischio tsunami, nucleare, reattori nucleari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net