ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
'Un concerto per le feste' all'Istituto Polacco di Roma-Libri: networking per costruire il futuro, esce 'Il Potere delle relazioni' di Marco Vigini-Ucraina, Architetti italiani 'in campo' con 'Design for Peace'-Design: Talenti compie 20 anni, outdoor made in Italy tra design e tecnologia-Subito, 2023 con incremento a doppia cifra fatturato rispetto al 2022 -Gallucci (Giovani Confindustria Fermo): "Il marketing a difesa del primato distretto calzatura Marche"-Mozzarella di bufala Dop: export oltre 40%, al via da Parigi tour di promozione-Crollo Firenze, Di Franco (Fillea): "Incontro lunedì con governo? vogliamo trattativa vera"-Milleproroghe, l'esperto: "Ecco come funzionano le nuove regole sul contratto a termine"-Vino, al via corso Onav Roma per assaggiatori - I livello-Fenimprese: ecco libro 'E' nata una stella', ricavato in beneficenza-Social, Udicon: influencer no, recensioni on line sì, ecco come italiani scelgono acquisti-Energia, Zullo (Miwa Energia): "Fine tutela, centrali trasparenza e attenzione per utente"-Professioni, Corrado Sassu: "L'agente immobiliare è l'investigatore privato di chi cerca casa"-Crollo Firenze, Cifa Italia: "Creare sistema di rating di qualità delle imprese"-Crollo Firenze, Panzarella (FenealUil): "Tavolo permanente su sicurezza, modello Giubileo per limiti a subappalto a cascata"-Tributaristi: "Sì aggiornamento professionale come garanzia e tutela utenza"-Mestieri: non solo scarpe, a lezione di creatività e imprenditorialità dal maestro calzolaio di Acilia-Municipia-Yunex Traffic Italia, insieme per trasformazione digitale mobilità urbana-Crollo Firenze, ingegneri: "Subappalto a catena ostacolo all’attuazione del piano sicurezza"

L’energia del sole? Si conserva di notte, grazie ad un mix di sabbia e paraffina

Condividi questo articolo:

L’energia solare si potra’ sfruttare anche di notte, grazie alla scoperta di un nuovo composto di sabbia e paraffina, capace di intrappolare il calore della luce

L’energia del sole si conserva anche di notte, grazie ad un combinazione di sabbia e paraffina. Parola di un team di ricercatori cinesi dell’Anhui University of Science and Technology che, recentemente, sono riusciti a realizzare un nuovo materiale ecosostenibile capace di catturare il calore del sole durante il giorno, per poi essere rilasciato durante la notte.

L’energia solare, in particolare, si conserverebbe grazie alla riproduzione in laboratorio di un particolare mix hi-tech a ‘cambiamento di fase’ (PCM), costituito da cera di paraffina e sabbia. I materiali a ‘cambiamento di fase’ (inizialmente sviluppati dalla NASA), sono, per intenderci, degli ‘accumulatori’ in grado di sfruttare il calore assorbito per produrre un’elevata quantità di energia pulita, grazie all’utilizzo di un fenomeno chimico denominato ‘transizione di fase’, dove un elemento può cambiare le sue proprietà fisiche al minimo mutamento di variabili termodinamiche (come ad es. il passaggio di stato da solido a liquido, durante un aumento della temperatura).

L’energia solare, verrebbe quindi conservata grazie alla realizzazione di questo nuovo composto ‘PCM’, costituito da paraffina incapsulata in sottili sfere di diossido di silicio, (la sabbia della spiaggia), in grado di immagazzinare il calore della radiazione luminosa e di rilasciarlo ‘on-demand’, a seconda delle varie necessità di consumo (ad es. di notte o in presenza di una giornata nuvolosa). Tutto questo, ovviamente, è possibile perché la paraffina, come materiale ceroso, ha la caratteristica di sciogliersi ad alte temperature (durante l’assorbimento della radiazione luminosa), per poi ri-solidificarsi in assenza di sole (a seguito del ‘calo termico’), liberando così, tutto il calore accumulato in precedenza.

Conservare l’energia del sole con un mix di sabbia e paraffina, dovrebbe quindi assicurare, in futuro, dei vantaggi importanti sul piano dei risparmi termici (almeno secondo quanto dichiarato dai ricercatori dell’ateneo cinese). La scelta di questa combinazione ‘PCM’ infatti, ha permesso ai ricercatori di creare un materiale a basso impatto ambientale dotato di un’elevata capacità di accumulare calore ed una buona stabilità termica, a cui si aggiunge, inoltre, una ridotta probabilità di perdita energetica durante il cambio di ‘fase’.

(Matteo Ludovisi)

 

Questo articolo è stato letto 366 volte.

calore, energia, energia solare, notte, sabbia, sole

Comments (8)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net