ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll

Come investire in Borsa? Ecoseven lo ha chiesto all’esperto

Condividi questo articolo:

Non sono giorni facili per chi investe in Borsa. Le oscillazioni continue, il panico che contamina le piazze di tutto il mondo dopo gli annunci delle agenzie di rating su singoli paesi pesano sugli investitori che spesso sono spaesati. Ecoseven.net ha chiesto ‘consigli’ in materia

Tempeste finanziarie in atto nelle Borse di tutto il mondo, oscillazioni continue dei mercati , declassamento o pericolo di declassamento per gli Stati ritenuti fino a qualche tempo fa ’intoccabili’ come gli Usa o la Francia. Ma il piccolo investitore che si trova immerso e perso in questa tempesta cosa deve fare? Come deve comportarsi? Ecoseven.net lo ha chiesto a Edoardo Mezza, analista finanziario, esperto della materia e autore, per il Corriere della Sera, del volume ’Tutto su come investire in Borsa’.

Cosa sta accadendo in Borsa? Siamo in presenza di qualcosa che era prevedibile? "Tra il marzo 2009 e l’Aprile 2011 l’indice mondiale delle Borse in euro ha guadagnato circa l’80%, fatta eccezione per alcuni settori come le banche e le telecomunicazioni. E dopo l’Aprile del 2011 le Borse hanno iniziato ad essere sempre meno convinte e convincenti". Perchè gli utili crescevano? "Per lo sviluppo dell’economia americana che di conseguenza aveva un effetto benefico sul resto del mondo e in particolare sui paesi emergenti. Negli Usa viene meno la politica espansiva e quando questo ciclo è finito è salita la preoccupazione per la crescita internazionale e quindi per le prospettive degli utili futuri. Questo scenario è stato inasprito dalle preoccupazionei altrettanto crescenti per le sorti dei debiti pubblici di alcuni paesi europei, ai quali si è aggiunta l’Italia. Come se non bastasse, negli ultimi giorni anche sulla Francia si sono aperte alcune perplessità da parte degli operatori di mercato, sebbene prontamente smentite dall’interessata. Il momento di crisi della Borsa si è sposato con il momento difficile che stanno vivendo i titoli di Stato e si è verificato il fenomeno che gli esperti chiamano ’tempesta perfetta’".

Come risolvere il momento difficile che vivono gli Stati occidentali considerati da sempre locomotiva dell’economia mondiale? "Tecnicamente le strade percorribili sono tre: un intervento sereno, ma severo sul costo delle pubbliche amministrazioni conosciuto come taglio della spesa pubblica, una miglior organizzazione dei prelievi fiscali che in Italia significa lotta senza quartiere all’evasione e in ultimo, ma si tratta di una misura intollerabile sotto ogni punto di vista, lo sviluppo dell’inflazione che impoverendo il potere di acquisto della moneta riduce di fatto il valore di tutti i debiti, anche quelli pubblici. L’utilizzo razionale dei primi due strumenti può favorire la crescita dell’economia sempre che il taglio della spesa pubblica e l’incremento del fisco riguardino tutto ciò che di fatto non dà beneficio alla capacità del sistema economico di generare crescita. Diversamente queste leve possono, se usate male, accelerare il già paventato rischio della recessione economica e con esso dell’ulteriore allontanamento dalla soluzione del problema".

Cosa si sente di suggerire a chi vuole investire in Borsa? "Innanzitutto fare una valutazione attenta e serena degli investimenti già in atto, ricorrendo all’aiuto di un esperto per mantenere ciò che ha una sua valenza strategica e rimuovere, anche se in perdita, ciò che è ridondante o comunque privo di prospettive. Inoltre per quanti avessero delle liquidità da investire il consiglio è di farlo a rate su singoli indici geografici (piano di accumulo ndr)". (a cura di michele guerriero)

 

Questo articolo è stato letto 3 volte.

borsa, borse mondiali, mercati finanziari, pazza affari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net