ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll

Si moltiplicano le eruzioni solari. Black out nelle telecomunicazioni

Condividi questo articolo:

Tre eruzioni solari di forte intensita’ si sono susseguite nell’arco di 24 ore, provocando altrettanti blackout temporanei delle comunicazioni radio

 

Sapevamo che nel mese di maggio il Sole si sarebbe risvegliato: è questo il mese del picco di attività solare. Le prime conferme dell’aumento dell’attività arrivano in questi giorni: tre eruzioni solari, una più violenta dell’altra, si sono susseguite nell’arco di 24 ore, provocando altrettanti blackout temporanei delle comunicazioni radio, secondo quanto riportato dall’Agenzia americana per l’atmosfera e gli oceani (Noaa).

La prima eruzione solare è stata registrata la mattina del 13 maggio ed è stata seguita da un secondo evento di classe X 2.8, registrato la sera del 13 alle 18:05 ora italiana. Una terza eruzione (di classe X 3.2) si è invece verificata il 14 mattina, alle 3:17 ora italiana. L’ultimo brillamento del 14 maggio è stato l’evento eruttivo più potente di quest’ anno e il terzo più potente di questo ciclo solare, secondo solo al brillamento di classe X 6.9 del 9 agosto 2011.

Le eruzioni solari che si sono seguite in questi giorni hanno provocato espulsioni di particelle di massa coronale, proiettate nello spazio, ma non rivolte verso la terra. Le eruzioni di questi giorni sono classificate in classe X, quindi sono in assoluto i brillamenti più violenti. Il numero che accompagna la lettera, è bene precisare,  specifica ulteriormente la loro intensità: un evento di classe X 2 è due volte più potente di uno di classe X 1, uno di classe X 3 è tre volte più intenso, e così via.

(gc)

Questo articolo è stato letto 11 volte.

attività solare, eruzione solare, eruzioni, sole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net