Nascono le prime vere piante Ogm

Condividi questo articolo:

 Dal laboratorio dell’università della California a Riverside arrivano le prime piante Ogm. Vediamo di cosa si tratta e la loro funzione

 

Sono nate le prime piante Ogm, quelle vere: sono in grado di resistere alla siccità. Queste piante, a differenza di quelle ottenute finora, hanno subito una ‘riprogrammazione’ genetica più complessa che ha modificato molti fattori, dal metabolismo alla struttura. Le piante Ogm sono nate grazie al contributo, come si racconta su Nature, del gruppo coordinato da Sean Cutler, dell’università della California a Riverside.

Le nuove piante, ottenute da una pianta di pomodoro e da una pianta Arabidopsis, hanno subito delle modificazioni che combattono gli agenti esterni proteggendo la pianta: quando queste piante ricevono un fungicida, attivano automaticamente il meccanismo che le porta ad accumulare l’acqua.

Queste sono ‘le prime vere piante Ogm‘, spiega ‘esperto di biotecnologie Roberto Defez, dell’Istituto di Bioscienze e Biorisorse del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Ibbr-Cnr). Se fino adesso sono state modificate solo alcune funzioni della pianta, ora l’intervento è ‘più complesso e riguarda metabolismo della pianta, struttura, habitat’. ‘In futuro – sottolinea – si potrebbero fare interventi di biologia sintetica, regolando i geni delle piante attraverso molecole sintetiche fornite da noi’.

gc

 

Questo articolo è stato letto 29 volte.

ogm, piante cintro siccità, piante ogm, università della California a Riverside

Comments (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net