La siccita’ provoca l’emergenza acqua

Condividi questo articolo:

Anche in Italia e’ emergenza acqua. Tra caldo torrido e incendi, il consumo di acqua e’ alle stelle. E i Sindaci hanno preso delle disposizioni importanti

La siccità mette in pericolo l’Italia e provoca l’emergenza acqua. Tra caldo torrido, incendi, danni all’agricoltura, conseguente aumento dei prezzi dei prodotti, ogni anno in estate si assiste sempre di più alla minaccia della mancanza di acqua. Ma quest’anno la situazione appare peggiorata e si spera che almeno l’arrivo di Poppea dia un poco di respiro. In particolare, grave è la situazione di Lombardia, Triveneto e di alcune zone del sud, come la Puglia, la Calabria e la Sicilia. Manca l’acqua anche in Trentino a Bolzano, nel basso Lazio, in Toscana, in Liguria.

L’estate aumenta sempre il consumo di acqua. E questo agosto il consumo di acqua è salito del 5,7% rispetto ad agosto del 2011. Questi mesi i consumi di acqua sono alle stelle: secondo Metropolitana Milanese, per esempio, nella scorsa settimana sono schizzati in su del 12%. A luglio sono stati erogati 250.000 metri cubi di acqua in più rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

Per ovviare all’emergenza acqua, il Sindaco di Bolzano ha emesso un’ordinanza che vieta l’uso dell’acqua potabile per irrigare i giardini. A Capri, invece, per fronteggiare la crisi idrica, il sindaco ha fatto affiggere vicino alle fontanelle pubbliche per le strade, nei punti più visibili dell’isola e sul sito del comune, un avviso in cui invita residenti e turisti ad ‘un utilizzo dell’acqua attento e parsimonioso’.

Non solo emergenza acqua. Vi è stata un’impennata anche nella richiesta di elettricità.

(gc) 

Questo articolo è stato letto 8 volte.

acqua, caldo, emergenza acqua, estate, mancanza acqua, siccità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net