ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Fenimprese: ecco libro 'E' nata una stella', ricavato in beneficenza-Social, Udicon: influencer no, recensioni on line sì, ecco come italiani scelgono acquisti-Energia, Zullo (Miwa Energia): "Fine tutela, centrali trasparenza e attenzione per utente"-Professioni, Corrado Sassu: "L'agente immobiliare è l'investigatore privato di chi cerca casa"-Crollo Firenze, Cifa Italia: "Creare sistema di rating di qualità delle imprese"-Crollo Firenze, Panzarella (FenealUil): "Tavolo permanente su sicurezza, modello Giubileo per limiti a subappalto a cascata"-Tributaristi: "Sì aggiornamento professionale come garanzia e tutela utenza"-Mestieri: non solo scarpe, a lezione di creatività e imprenditorialità dal maestro calzolaio di Acilia-Municipia-Yunex Traffic Italia, insieme per trasformazione digitale mobilità urbana-Crollo Firenze, ingegneri: "Subappalto a catena ostacolo all’attuazione del piano sicurezza"-Lavoro, Fly future 2024: "Compagnie aeree e aziende aerospaziali cercano migliaia di giovani"-Professioni: Consiglio Periti industriali ottiene certificato per parità di genere-Parchi divertimento: Ira (Leolandia): "L'esperienza è il valore centrale, più occupati con estensione stagione"-All'Università Lum arriva la Scuola di Alta formazione in turismo digitale-Syngenta Italia, nuovo video istituzionale sulla storia di innovazione al fianco degli agricoltori italiani-Lavoro, Gruppo Sae e Sardegna: al via recruiting sulla comunicazione digitale-Turismo, Bianchi Degl’Innocenti (FH55 Hotels): "Per donne imprenditrici sfida sia opportunità"-Digitale, Ambrosetti: "Settore richiede nuove tecnologie e materiali sostenibili"-De Lise (Aiecc): "Allarme costi materie prime, rischi per fatturati e bilanci delle imprese"-Milleproroghe: Cifa Italia, positivo emendamento proroga regime Iva Terzo settore

La sesta estinzione di massa viaggia a un ritmo 100 volte più veloce del «normale»

Condividi questo articolo:

Le cinque trasformazioni dell’ecosistema terrestre che hanno preceduto quella in cui siamo appena entrati non hanno mai eliminato la fauna a questa velocità

Da anni gli scienziati hanno avvertito che la Terra sta entrando nella sesta estinzione di massa, un’era in cui tre quarti di tutte le specie si estingueranno – e lo faranno entro pochi secoli. Tuttavia a rendere ancora peggiore questa notizia, arriva uno studio, pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences, che dipinge un quadro completo di questa transizione biotica, raccontando che centinaia di specie stanno scomparendo a un ritmo più veloce di quello atteso e che anche gli esseri umani sono a rischio.

Dalla ricerca, condotta da Gerardo Ceballos, un professore di Ecologia presso l’Universidad Nacional Autónoma de México, risulta, ad esempio, che quasi un terzo dei 27.600 mammiferi terrestri – uccelli, anfibi e rettili – stanno diminuendo sia in termini di intervallo territoriale che in termini di numero: dopo aver esaminato un gruppo ben documentato di 177 specie di mammiferi, i ricercatori hanno stabilito che tutti i loro territori sono ridotti di almeno il 30% tra il 1900 e il 2015 e che più del 40% delle specie è diminuito dell’80% durante questo periodo.

La conclusione dello studio è che la sesta estinzione di massa della Terra è più grave di quanto si credeva in precedenza: le specie si stanno estinguendo a una velocità di circa 100 volte maggiore del tasso che potrebbe essere considerato «normale» – inoltre, l’evento principale è «in corso».

Con il 37% della superficie terrestre sfruttata per terreni agricoli o pascoli e con gli esseri umani che utilizzano risorse ad un tasso più rapido di quanto possa essere ricostituito, tutto il mondo è in pericolo se non vengono introdotte e attuate iniziative sostenibili.

La buona notizia è che se ci mettiamo subito al lavoro, secondo Ceballos, abbiamo ancora tempo per sistemare la situazione. Però è questo, proprio questo, il momento di agire.

Questo articolo è stato letto 626 volte.

estinzione, Estinzione di Massa, inquinamento, specie, terra

Comments (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net