ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Omofobia: Boschi (Iv), 'arroganza Pd e M5s ha prodotto sconfitta incredibile'-Calcio: il francese Lucas Hernández del Bayern Monaco evita il carcere-Omofobia: De Petris, 'stop ddl Zan da chi voleva discutere e invece ha votato diversamente'-Omofobia: Faraone (Iv), 'arroganza Letta e divisioni M5s hanno fatto saltare legge'-Omofobia: Sensi (Pd), 'mi vergogno come italiano e come parlamentare'-**Scrittori: riapre la casa di Emile Zola e regala il Museo Dreyfus**-Omofobia: Di Maio (Iv), 'si poteva evitare ma si è preferito così, irresponsabili'-Omofobia: Zan, 'tradito patto politico per passo civiltà, le responsabilità sono chiare'-**Omofobia: Masini (Fi), 'ho votato contro tagliola'**-Beauty gives back, raccolti 34mila euro per laboratori bellezza donne malate di tumore-Sostenibilità: Mazzoncini, 'per transizione servono infrastrutture, meno burocrazia'-Infortuni: Draghi, 'nuove norme da applicare con rigore e celerità'-G20: Draghi, 'crisi climatica va affrontata uniti e con coraggio'-Lavoro: Draghi, 'ringrazio sindacati, pensare a lavoratori di oggi ma anche di domani'-G20: Draghi, 'ritorno al multilateralismo, soluzioni ambiziose e condivise'-"L'acqua arrivava al finestrino, e io in auto con la mia bimba"-Maltempo: 'L'acqua arrivava al finestrino, io in auto con mia bimba', il racconto della giornalista (2)-G20: Draghi, 'vaccini solo per 3,1% cittadini Paesi poveri, dobbiamo accelerare'-Manovra: cabina di regia con Draghi oggi alle 17-Copasir: Borghi (Pd), 'assenza Lega compromette rappresentanza unitaria'

Galapagos: causa uomo, leoni marini a rischio

Condividi questo articolo:

I leoni marini delle Galapagos sono a rischio fame, a causa degli animali domestici e dell’uomo

 

 

I leoni marini che vivono nelle acque delle Galapagos sono a rischio fame, quindi morte. Secondo gli scienziati della Zoological Society of London (ZSL), l’esposizione a fattori umani provoca un ‘sovraccarico’ del loro sistema immunitario, che compromette la loro capacità di cacciare.

I leoni marini delle Galapagos secondo lo studio, hanno più difficoltà a cacciare e conseguentemente sono più inclini a morire di fame, a causa dell’esposizione a fattori umani tra cui gli animali domestici e l’inquinamento. Il risultato è emerso dopo che i ricercatori hanno trascorso oltre 18 mesi nelle isole disabitate di San Cristobal e di Santa Fe – la seconda delle quali non ospita neanche cani, gatti, topi o ratti – monitorando il comportamento e la fisiologia di 60 leoni marini. ‘Un segno rivelatore di un leone marino malato e’ uno strato piu’ sottile di grasso, sintomo che abbiamo visto negli esemplari a San Cristobal, mentre non e’ stato riscontrato per il momento a Santa Fe, dove i leoni marini vivono senza la presenza di persone o animali domestici’, ha spiegato il dottor Paddy Brock, autore dell’analisi.

I leoni marini e tutta la fauna selvatica delle Galapagos è protetta da lacune leggi specifiche, ma, nonostante questo, gli animali domestici sono regolarmente importati sulle isole, aumentando così il rischio di nuove malattie e la diffusione di esse sulle specie locali.

Questo articolo è stato letto 18 volte.

Galapagos, leoni marini, leoni marini fame

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net