ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll

Cambiamenti climatici: citta’ europee poco impegnate

Condividi questo articolo:

Contro i cambiamenti climatici, le citta’ europee sono in ritardo e appare lontano l’obiettivo dell’80% di riduzione della Co2

 

Le città europee sono in ritardo sui piani di azione per combattere i cambiamenti climatici e la ‘riduzione dell’80% delle emissioni prevista nel 2050 appare comunque irraggiungibile’. A lanciare l’allarme è uno studio internazionale pubblicato su Climate Change Letters, che evidenzia come solo la Gran Bretagna e la città olandese Groningen sono le più virtuose. Critica anche la situazione in Italia: solo Padova su 32 città esaminate ha un piano di adattamento. In particolare, i risultati mostrano che il 35% delle città europee non ha provveduto a redigere alcun piano di adattamento né di mitigazione e appena un quarto si è dotato di entrambi, il 72% ha solo il piano di mitigazione e nessuna ha prodotto solo quello di adattamento. 

Secondo lo studio, le città che si impegnano maggiormente per combattere i cambiamenti climatici e tagliare le emissioni sono quelle del Nord Europa. Queste sono ‘più all’avanguardia nelle sfide del cambiamento climatico con piani di adattamento e consistenti obiettivi di riduzione delle emissioni, in particolare quelle britanniche, francesi e tedesche’, si legge nella reazione.

Lo studio ha analizzato documenti programmatici e di pianificazione realmente adottati da 200 città medio-grandi in 11 stati europei, Austria, Belgio, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Paesi Bassi, Regno Unito, Spagna. ‘Le aree urbane hanno un ruolo chiave – hanno affermato le ricercatrici Cnr Monica Salvia e Filomena Pietrapertosa – nel raggiungimento degli obiettivi dell’Unione Europea in tema di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici, in particolare dai target fissati dalla ‘Energy Roadmap 2050’ che tra l’altro prevedono la riduzione dell’80% delle emissioni europee di gas serra entro il 2050 per evitare l’aumento della temperatura media globale di 2 gradi centigradi rispetto ai livelli pre-industriali’.

gc

Questo articolo è stato letto 6 volte.

aumento temperature, cambiamenti climatici, clima, europa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net