Tumore ai polmoni: un test del sangue per diagnosticarlo. Leggi intervista

Condividi questo articolo:

Sara’ possibile, attraverso un semplice esame del sangue, diagnosticare, anticipatamente alla Tac spirale, un tumore al polmone

 

Uno studio condotto all’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano e pubblicato sul Journal of Clinical Oncology (JCO) ha dimostrato che un semplice test del sangue sarebbe in grado di diagnosticare un tumore al polmone anticipatamente a quando lo farebbe una Tac spirale e sarebbe anche in grado di ridurre in maniera significativa la percentuale di falsi positivi ottenuti con la Tac spirale, l’indagine radiologica suggerita per la diagnosi precoce della malattia nei forti fumatori.

In particolare, il test basato sull’analisi di microRNA circolanti ha dimostrato un’alta sensibilità e la capacità di individuare il tumore al polmone fino a due anni prima della diagnosi ottenuta con la Tac.

I risultati dello studio sono stati presentati l’8 di gennaio a San Diego, California, alla conferenza dell’Associazione Americana per la Ricerca sul Cancro (AACR) e dell’Associazione Internazionale per lo Studio del Tumore al Polmone (IALSC) intitolato “Origini Molecolari del Tumore al Polmone” da Gabriella Sozzi, Direttore dell’Unità di Genetica Tumorale dell’Istituto Nazionale dei Tumori.  È proprio la dottoressa Gabriella Sozzi che Ecoseven.net ha deciso di intervistare, per sapere di più della ricerca.

Dottoressa Sozzi, un test del sangue potrebbe svelare in anticipo un tumore al polmone. Ci racconta la scoperta?

Il nostro studio, che dura oramai da 5 anni, si basa su un test molecolare che valuta i livelli di 24 microRNA nel plasma sanguigno. In questo senso il test è in grado di prevedere più precocemente un tumore al polmone rispetto alla Tac spirale ed è in grado anche di ridurre drasticamente i falsi positivi diagnosticati dalla Tac.

 

Si potrà dire addio alla Tac spirale?

Per ora non vogliamo dire addio alla Tac spirale, le utilizziamo insieme e funzionano molto bene. All’entrata di ogni paziente facciamo una Tac spirale, che non ripetiamo, poi, se il test esce negativo.

 

Da quando i pazienti potranno usufruire di questo test?

I tempi non sono prevedibili. Al momento chiunque voglia fare questo esame e sottoporsi al test può prendere parte allo studio Biomild, offrendosi come volontario.

 

Sarà un esame effettuabile in tutti gli Istituti d’Italia?

Se mi sta chiedendo se questo test diventerà un semplice esame del sangue da effettuare in tutti gli istituti le rispondo che non lo so ancora. Stiamo certamente lavorando in questo senso, ma sono necessarie delle certificazioni per ottimizzare e riproporre il test. In America, soprattutto, stiamo lavorando in quella direzione, grazie anche ad un finanziatore.

 

Ha controindicazioni l’esame?

 

No, nessuna. E’ un semplice prelievo di sangue.

gc

Questo articolo è stato letto 6 volte.

Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, malattia, polmoni, tumore ai polmoni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net