ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Covid Gb oggi, 11.625 nuovi contagi: record da metà febbraio-**Fotografi: è morto Stanislao Ferri, nel suo obiettivo gli scatti del lavoro in Emilia** (2)-Usa: Powell, 'economia in ripresa, per inflazione balzo temporaneo'-**Fed: Powell rassicura, 'daremo tempo per completare ripresa economia Usa'**-Senato: Ingroia, 'nuovo gruppo? Il M5S ha cambiato anima, occorre polo popolare'-Senato: Ingroia, 'nuovo gruppo? Il M5S ha cambiato anima, occorre polo popolare' (2)-Giustizia: Greco, 'passato per chi voleva affossare indagini, consigliavo prudenza'-Covid: Moratti, 'in Lombardia solo un decesso, vediamo la luce'-Caso Denise: giudice Angioni, 'io indagata? Ho dato fastidio a qualcuno, ho denunciato i pm' (2)-Recovery: D'Incà, 'giornata storica, via libera a lavoro governo Conte e Draghi'-M5S: Ricci, 'un abbraccio a Frenquellucci, bentornata nel tuo Movimento'-Consulta: diffamazione a mezzo stampa, carcere solo nei casi di eccezionale gravità-Giustizia: Greco, 'in 45 anni mai viste riforme che la accelerassero' (2)-Balata: "Su riforma movimento primi sostenitori del presidente Figc"-Ungheria: Boldrini, '13 Paesi contro legge Orban, purtroppo non c'è Italia'-**Arte: è morta Paola Besana, designer e artista tessile di fama mondiale**-**Arte: è morta Paola Besana, designer e artista tessile di fama mondiale** (2)-Ungheria: Più Europa, 'Italia firmi petizione'-Recovery: Bellanova, 'ok Ue a piano, ne valeva la pena'-Recovery: Draghi incassa ok Ue a Pnrr, 'è giorno orgoglio, ora sfida riforme'

L’ultima frontiera della medicina: il feto si opera in utero

Condividi questo articolo:

E’ possibile curare il feto fin dai primi giorni, quando è ancora nell’utero: l’ultima frontiera della medicina prevede di operare il bambino mentre è nella pancia

 

L’ultima frontiera della medicina? Interventi chirurgici per curare il feto nell’utero materno. A puntare sullo sviluppo della nuova tecnica è il Gaslini di Genova dove il nuovo dipartimento di chirurgia fetale ha eseguito 21 interventi in un anno. Grazie agli interventi sul feto è stato possibile, con laser o ago, curarecardiopatie gravi, risolvere problematiche delle comunicazioni vascolari nelle gravidanze gemellari o asportare tumori cardiaci benigni.

‘Nel 2014 abbiamo eseguito, ad esempio, 9 interventi di laserablazione delle anastomosi placentari per trasfusione feto-fetale’, ha spiegato il responsabile dell’Unità dipartimentale di medicina e chirurgia fetale del Gaslini, Dario Paladini.

 

‘In pratica, in anestesia locale materna, si entra con l’ottica, si arriva alla placenta e si chiudono col laser dei vasi che favoriscono un afflusso di sangue maggiore a uno dei due gemelli. L’ablazione laser in utero ha permesso la sopravvivenza di entrambi i gemelli nel 30-35% dei casi, mentre nel 30-35% ci sono state doppie perdite fetali, d’altra parte la patologia in letteratura ha una mortalità che raggiunge il 90%’. ‘Ormai siamo anche un ospedale fetale – ha osservato il direttore generale dell’Istituto Gaslini, Paolo Petralia – Si tratta di interventi impensabili 50 anni fa che fanno sì che curiamo il bambino in tutte le stagioni della sua vita. D’altra parte la diagnosi prenatale da sola serve a poco, se non è possibile una terapia’.

Altri interventi hanno riguardato una vulvoloplastica aortica-fetale (una sorta di allagamento dell’aorta) e la rimozione di un teratoma cardiaco associato (un tumore benigno).

gc

Questo articolo è stato letto 5 volte.

feto, medicina, operazioni in feto, ultima frontiera medicina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net