ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Elezioni 2022, scintille tra Letta e Meloni. Oggi incontro Calenda-Renzi-Real Madrid vince Supercoppa europea, 2-0 all’Eintracht-Elezioni 2022, Michela Di Biase: "Lady Franceschini? Misoginia"-Elezioni 2022, Santoro: "Mai pensato a mia candidatura in liste M5S"-Elezioni 2022, Meloni: "Da noi nessuna ambiguità su fascismo"-Roma, 11enne investito da suv: è grave-Seconda medaglia ai Mondiali di equitazione di Herning, Morganti d'argento nel paradressage-Elezioni: Cottarelli-Calenda, fair play social su candidatura-Elezioni: Renzi, 'Meloni pericolo per portafogli italiani non per la democrazia'-Elezioni: Renzi, 'Letta si frega da solo, non pensavo fosse così amico della Meloni'-Elezioni: Renzi, 'riforme vanno fatte, la necessità dell'elezione diretta c'è'-Samsung presenta i nuovi smartphone pieghevoli Z Flip4 e Z Fold4-Elezioni, Celotto: "Calenda deve raccogliere firme, meglio punti su lista unica con Renzi"-Elezioni: Renzi, 'fare candidature e liste è facile, ma con Calenda bisogna fare le cose per bene'-Elezioni: da venerdì a domenica deposito simboli e programmi, settimana dopo le liste-Elezioni: Renzi, 'leadership femminile per Iv-Azione? Prima intesa sul resto e poi vediamo'-Elezioni: Renzi, 'Letta ha fatto una frittata, ora Berlusconi ama più Enrico che Gianni'-Elezioni, Guzzetta: "Calenda deve raccogliere firme? Allora anche Di Maio, Tabacci, Bonino..."-Elezioni: Renzi, 'se Berlusconi teme il Terzo polo vuol dire che questa è la soluzione'-**Elezioni: Renzi, 'non abbiamo chiuso con Calenda, c'è tempo'**

L’inquinamento potrebbe causare il doppio dei morti che si pensava

Condividi questo articolo:

Nuove ricerche affermano che è un milione il numero dei decessi causati ogni anno dall’inquinamento, non 400.000 come precedentemente stimato

Uno studio fatto dallo Stockholm Environment Institute della University of York, suggerisce che l’esposizione a lungo termine all’inquinamento atmosferico da ozono potrebbe essere collegata a più del doppio delle morti che si pensava: un milione all’anno. Lo studio pubblicato sulla rivista «Nature», si basa su dati del 2010 e rileva che una morte su cinque tra quelle dovute a malattie respiratorie è stata causata dall’esposizione all’aria inquinata. Ciò comporta un totale di un milione di casi, un numero molto diverso dai 400.000 indicati dagli studi precedenti.

Tassi di inquinamento record anche nella Pianura Padana, gli esperti lanciano l’allarme.

Nonostante alcune limitazioni della ricerca, risposte che potrebbero non essere particolarmente accurate in regioni in cui potrebbero incidere anche altri fattori di rischio, quello che possiamo dire con certezza è che l’inquinamento dell’ozono crea conseguenze ancora più gravi di quelle che si immaginavano negli studi precedenti – e che erano già molto gravi.

Per comprendere meglio una ricerca come questa, è importante ricordare che ci sono due tipi di ozono: uno si presenta naturalmente nell’atmosfera superiore e aiuta a proteggere il pianeta dai raggi ultravioletti dannosi; l’altro è creato a livello della Terra quando gli inquinanti provenienti da fonti come automobili, centrali elettriche e raffinerie subiscono reazioni chimiche alla luce del sole. È quest’ultimo tipo di ozono ad essere l’ingrediente principale dello smog e che contribuisce alle malattie respiratorie che fanno crescere i numeri di queste morti.

Anche se alcune aree geografiche sono più a rischio di altre, si tratta di un problema globale: le emissioni relative al trasporto, all’industria e alla produzione di energia sono una preoccupazione che riguarda tutto il mondo. Risolverle è veramente una questione di vita o di morte perché è proprio con la vita e con la morte che hanno a che fare.

Questo articolo è stato letto 17 volte.

inquinamento, ricerca, salute, smog

Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net