ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Ucraina, Zelensky: "Situazione Donbass estremamente difficile"-Camorra: sfuggì a cattura durante operazione, arrestato affiliato '167' Arzano-Pnrr: Gentiloni, 'partiti non frenino sulle riforme, senza il recovery si rischia la recessione'-Ucraina: Belgorod, russi schierano lanciatori missili Iskander-M-Ucraina: Donetsk e Luhansk, nove attacchi respinti, distrutti carri armati e un drone-Ucraina: Duda è in Ucraina, oggi terrà discorso alla Verkhovna Rada di Kiev-Milano: concerto Radio Italia, oltre 200 persone si sono rivolte al 118, ritracciata minorenne-Vaiolo delle scimmie, in Svizzera primo caso-Lione vince Champions League Donne, 3-1 al Barcellona in finale-Stella (Confindustria Nautica): "Proseguire in percorsi crescita e internazionalizzazione"-Nautica, a Convention Viareggio il punto sulla riforma del Demanio-Mbappe resta al Psg, rinnovo contratto record e 'comanderà' nel club-Stella (Confindustria Nautica): "Proseguire in percorsi crescita e internazionalizzazione"-Nautica, al Satec faro su transizione ecologica ed energetica-Ucraina, Cecchi (Confindustria Nautica): "Da sanzioni nessuna criticità al settore"-Superenalotto, numeri estrazione vincente oggi 21 maggio-Mbappe resta al Psg, rinnovo contratto record e 'comanderà' nel club-Salone del Libro, Aboca Edizioni punto di riferimento delle tematiche green-Ucraina: media russi, 'distrutto ponte che collega Severodonetsk e Lisichank'-**Ucraina: consigliere sindaco Mariupol, 'da oggi evacuazione città è impossibile'**

Difendersi dalla demenza rimanendo in forma

Condividi questo articolo:

Uno studio dice che le donne di mezza età che sono più a posto con il loro fisico rischiano meno di incappare nella demenza

Di solito, il motivo per cui si decide di tenersi in forma è prettamente estetico – la prova costume, la voglia di sentirsi a posto con se stessi quando ci si guarda nello specchio, il sogno di rientrare in un vecchio paio di jeans – eppure non è l’unica ricompensa che l’esercizio potrebbe darci: secondo un nuovo studio, pubblicato sulla rivista «Neurology», badare al proprio fisico può migliorare la nostra memoria quando andiamo avanti con gli anni. 

La ricerca, infatti, ha scoperto che essere fisicamente in forma intorno ai 50 anni riduce del 90% il rischio di una donna di sviluppare una forma demenza che distrugge la memoria e, quando comunque la si raggiunge, la si raggiunge molto più tardi – circa 10 anni dopo rispetto ad altri.
In sostanza il fitness fa bene ai vasi sanguigni (i fattori vascolari sono correlati a varie forme di demenza, compreso l’Alzheimer) e può avere un effetto diretto sulle cellule nervose nel cervello.

I ricercatori svedesi hanno esaminato un gruppo di circa 200 donne di età compresa tra i 38 e i 60 anni nel 1968 (la loro età media era di 50 anni): gli è stato chiesto di andare in bicicletta fino a quando non erano esauste per misurare il loro picco di capacità cardiovascolare. Durante i 44 anni successivi, i test sono continuati e i ricercatori hanno analizzato il gruppo sia per la memoria che per i problemi di pensiero legati alla demenza. Ne è risultato che: solo il 5% delle donne che avevano un livello elevato forma fisica nella mezza età aveva sviluppato demenza, mentre l’avevano sviluppata il 25% delle donne con un medio livello di fitness e il 32% di quelle con un basso livello; ben il 45% di quelle donne che non erano riuscite nemmeno a terminare il test – quasi la metà, quindi – aveva sviluppato la demenza nel corso degli anni.

Lo studio non è stato ideato per dimostrare una relazione causa-effetto tra le due condizioni, ma per mostrare una correlazione. Una volta in più per dire quanto sia importante fare esercizio e mantenersi in forma. Facciamolo, non è mai troppo tardi per cominciare.

Questo articolo è stato letto 14 volte.

50anni, cura, cura del corpo, demenza, donne, fitness, salute, sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net