Ecoinvenzioni: il filtro che riduce le emissioni dei tosaerba a benzina

Condividi questo articolo:

Il filtro Nox-out e’ l’innovativa soluzione proposta per ridurre le emissioni dei tosaerba a benzina e tagliare il prato di casa senza inquinare l’ambiente

Il filtro che riduce le emissioni dei tosaerba alimentati a benzina, è l’innovativa soluzione proposta per tagliare il prato di casa senza inquinare l’ambiente. Si tratta, in pratica, di un dispositivo sviluppato recentemente da un team di studenti della facoltà di ingegneria dell’University of California, in grado di ridurre le emissioni, il rumore e l’odore di benzina dei tosaerba.

Il nuovo dispositivo, denominato ‘Nox-Out’, è in realtà uno speciale filtro di scarico che protegge il sistema di alimentazione del motore dei tosaerba, riducendo drasticamente la quantità di particolato (o polveri sottili) emesse dell’apparecchio durante la rasatura del prato di casa.

Il dispositivo ‘Nox-Out’, lungo circa 6 pollici, può essere facilmente installato in qualunque tosaerba a benzina ed è costituito, in particolare, da una marmitta ‘modificata’ con un barattolo in vetro di quarzo (contenente due once di soluzione di urea) che, come un vero e proprio filtro, riesce a catturare le particelle di particolato emesse dal motore, per poi spruzzarle direttamente all’esterno, attraverso il sistema di scarico, sottoforma di soluzione ultra-fine a basso impatto ambientale.

Il filtro ‘Nox-Out’, rappresenta quindi un’idea semplice e geniale per rendere più green i tosaerba a benzina. Il nuovo dispositivo, ancora legato ad una fase di test sperimentali, dovrebbe uscire in commercio in tempi brevi.

(Matteo Ludovisi)

Questo articolo è stato letto 4 volte.

benzina, casa, dispositivo, emissioni, filtro, prato, tosaerba

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net