alberi

Per fare un albero ci vuole … un software

Condividi questo articolo:

alberi

Contro il riscaldamento globale servono 1000 miliardi di nuovi alberi. Solo l’Italia ne dovrebbe piantare 2 miliardi ma forse una soluzione c’è

Il famoso neurobiologo vegetale Stefano Mancuso non fa altro che dirlo. Con i suoi libri, con le mostre che organizza, con gli interventi pubblici: se vogliamo fare veramente qualcosa contro il riscaldamento globale, noi, come pianeta, dovremmo piantare 1000 miliardi di alberi – di questi, a noi come Italia, ne toccherebbe piantare 2 miliardi.

Gli alberi sono centrali sia per la salute che per l’economia: non solo migliorano la qualità dell’aria e mitigano i cambiamenti climatici ma, come spiega CREA, il Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’Analisi dell’Economia Agraria, forniscono anche il materiale per la filiera del legno che, nel caso dell’Italia, è una delle più rilevanti al mondo – visto che genera l’1.6% del PIL e dà lavoro ad oltre 300.000 addetti.

Proprio per difendere e valorizzare le foreste, CREA ha ideato Air TREE, un software finanziato da Lazio Innova e Mipaaf che aiuta a migliorare l’aria nelle città.

Nel DL Clima, sono stati previsti 30 milioni di euro per gli anni 2020-21 per la piantumazione e il reimpianto di alberi e la creazione di foreste urbane: Air TREE aiuta a capire quali sono le specie migliori da piantare in base all’esposizione, alla luce, alle condizioni climatiche, al tipo di suolo e ad altri parametri.

Se si vuole piantare un albero, occorre localizzare il luogo scelto sulla mappa e poi inserire nel software le informazioni richieste.

Una volta elaborate le risposte, Air TREE le invierà via mail, per aiutare gli urbanisti e chiunque altro lo desideri nella scelta delle specie vegetali che ottimizzino i benefici per l’ambiente e per i cittadini.

Non si tratta dell’unico progetto messo in campo. Oltre a questo software, CREA per l’innovazione 2020 (Foreste e Legno) si è impegnata anche su altri fronti, come un progetto di pioppicoltura sostenibile che ha messo a punto cloni di pioppi con maggiore resistenza dei tradizionali e Foreste 4.0, un supporto all’Inventario forestale nazionale realizzato dall’Arma dei Carabinieri che integra informazioni e modelli ottimizzati di gestione, al fine di individuare le scelte migliori sotto il profilo economico, ecologico e selvicolturale per i differenti contesti territoriali.

 

Questo articolo è stato letto 36 volte.

air tree, alberi, aria delle città, foreste, foreste 4.0, riscaldamento globale, software

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net