Dieci mila alberi contro lo smog delle macchine F1

Condividi questo articolo:

La Formula 1 si tinge di verde: a Monza saranno piantati  10 mila alberi contro CO2

 

 

Il rombo dei motori allo start e le nuvole di fumo grigiastro che si alzano dall’asfalto non sembrano andare a braccetto con l’ecosostenibilità, eppure anche una gara di Formula uno può abbattere il suo impatto ambientale e lo farà, per la prima volta al mondo, proprio in Italia. Grazie a un accordo tra l’Aci ed Eco Store, infatti, le 12 mila tonnellate di CO2 emesse durante il Gran Premio di Monza saranno compensate con la piantumazione di 10 mila alberi.

L’operazione è patrocinata dal ministero dell’Ambiente e prevede anche progetti nel settore dei biocarburanti e delle energie rinnovabili, oltre alla promozione di azioni di tutela ambientale. Ad essere compensate non saranno solo le emissioni delle monoposto durante le prove e la gara di domenica, ma anche quelle dei motorhome e dei veicoli tecnici dei team per il raggiungimento dell’autodromo brianzolo.

Nel rispetto del meccanismo di ”joint implementation” previsto dal Protocollo di Kyoto, gli alberi non verranno piantati nelle vicinanze di Monza ma in due paesi decisamente lontani: l’Alaska e il Madagascar. Alcuni di questi alberi porteranno il nome di campioni delle due e quattro ruote, di ieri e di oggi, scelti dagli italiani, che potranno votare il pilota preferito sul sito web e la pagina Facebook dell’Aci.

A sostenere la compensazione delle emissioni generate dalla Formula1 – ha spiegato il presidente dell’Aci Angelo Sticchi Damiani – è stata la Federazione internazionale dell’automobile, che nell’assemblea dello scorso dicembre a Istanbul ha invitato tutti gli organizzatori dei GP a muoversi in questo senso.

”In sinergia con la Fia abbiamo intrapreso un percorso assolutamente nuovo per il mondo delle corse automobilistiche, che in questo modo – ha detto Sticchi Damiani – può dimostrare di non essere non rispettoso dell’ambiente”.

I certificati per compensare le emissioni dirette e indirette del GP di Monza sono stati donati all’Aci da Eco Store, catena di negozi attiva nella vendita di consumabili per stampanti. ”Riuscire a eliminare l’impatto ambientale del Gran Premio, almeno per quanto riguarda le emissioni di CO2, è straordinario ed emozionante”, ha commentato l’amministratore unico di Eco Store, Alessandro Gerardi. ”Trasformare un evento come il GP in uno spettacolo a impatto zero rientra nella nostra filosofia di azioni concrete per il rispetto dell’ambiente”. (ansa)

Questo articolo è stato letto 11 volte.

alberi, formula 1, gran premio Monza, Monza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net