ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
**Mo: Salvini, 'chi attacca Israele attacca democrazia'**-Mo: Cirielli, 'cessi escalation violenza, Ue intervenga per favorire dialogo'-**Mo: Hamas, lanciati oltre 100 razzi da scadenza ultimatum**-Covid: Moratti, '475mila 50enni lombardi hanno aderito a campagna, incoraggiante'-Vaccino Covid, come comportarsi dopo le dosi?-**Cinema: Tom Cruise restituisce i tre Golden Globe per unirsi a protesta contro Hfpa**-**Calcio: Tna su Gasperini, 'irritualità atto deferimento, restituzione atti a Procura antidoping'**-**Tuffi: Europei, storico argento Italia del Team Event**-**Giustizia: M5S, con Cartabia incontro interlocutorio, ci sono criticità'**-**Cinema: la Nbc non trasmetterà i Golden Globe del 2022**-Governo: domani Consiglio ministri alle 11.15 su leggi regionali-Migranti: Amendola, 'a Consiglio Affari generali ribadita necessità iniziativa Ue'-Calcio: insulti a ispettori antidoping, sentenza Gasperini attesa domani-Calcio: Champions League, finale City-Chelsea verso il trasloco da Istanbul al Portogallo-Lirica: la Scala riapre dopo 199 giorni, Sala 'è come non l'abbiamo mai vista'-Partiti: sondaggio Swg-TgLa7, M5S in calo tutti gli altri in crescita, Lega sempre prima-Mo: Picierno, 'Ue e Italia si impegnino per ripresa dialogo'-Calcio: Maria Marotta, 'emozione al primo fischio poi ho arbitrato con determinazione'-Pallavolo: Lugli, 'indignazione del Coni per il mio caso si è fermata alla telefonata'-Giustizia: Perantoni, 'ottimista su riforma, presto calendario lavori commissione Camera'

Un ‘sì’ equo e solidale per gli sposi inglesi

Condividi questo articolo:

Partirà nel 2015 una campagna per promuovere l’oro certificato: protagonisti gli sposi  britannici

Il giorno più bello di due innamorati può anche aiutare la vita dei piccoli minatori, salvaguardare la loro salute e difendere l’ambiente.

Le piccole miniere d’oro rappresentano la maggiore sorgente di mercurio, un pericoloso metallo tossico che inquina il suolo e le acque, per finire poi nella catena alimentare; ad esempio la presenza di mercurio nei pesci è stata certificata da molti studi.

Purtroppo ci sono 15 milioni minatori nel mondo che lavorano in maniera artigianale all’estrazione dell’oro su piccola scala. Estraggono ogni anno il 15% dell’oro del pianeta, ma non dispongono di una tecnologia sofisticata e per lavorare utilizzano il mercurio. Lo mischiano con l’acqua e con il minerale che contiene l’oro per formare un’amalgama. Riscaldano poi la miscela rimuovendo il mercurio per evaporazione, in molti casi senza filtri. In questa maniera pericolosa prelevano l’oro, mentre l’acqua contaminata viene scaricata direttamente nei fiumi o nei mari.

Come migliorare la situazione? La risposta è anche nelle scelte dei consumatori. Siamo abituati a trovare sugli scaffali dei negozi molti prodotti ‘Fairtrade’: dal the, al caffè alla cioccolata e l’oro può essere estratto e commercializzato rispettando l’ambiente e i diritti dei lavoratori. 

Ora il marchio ‘Fairtrade’, per lo meno in alcuni paesi europei, è presente sul più prezioso dei metalli e offre ai piccoli minatori una opportunità unica per sfuggire allo sfruttamento e all’inquinamento: con i fondi ottenuti possono infatti investire in procedure più sicure per l’estrazione dell’oro. 

Partirà il prossimo anno in Inghilterra la campagna ‘I do’, dedicata agli sposi che acquisteranno fedi certificate, rispettose dell’ambiente e della dignità del lavoro. La campagna, oltre alle coppie a un passo dall’altare, coinvolgerà gioiellieri, designer e rivenditori. Per i novelli sposi in palio prodotti del mercato equo e solidale, che ci auguriamo andranno ad arricchire il banchetto nuziale; i produttori invece si contenderanno un viaggio in Tanzania. Obiettivo: visitare le miniere che stanno per ottenere il certificato ‘Fairtrade’.

a.po

 

Questo articolo è stato letto 3 volte.

Fairgold, Fairtrade, mercurio, Oro. Equo e solidale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net