E se gli alberi camminassero davvero?

Condividi questo articolo:

Alcuni esemplari  dell’America centrale e meridionale si muovono: di centimetri in centimetri possono arrivare a spostarsi fino a 20 metri all’anno

 

Nella versione italiana, si chiama Barbalbero il più antico degli Ent descritti da Tolkien ne Il Signore degli Anelli: in un certo senso, i fan della saga saranno felici di sapere che sembra esistere davvero una specie di Ent nelle foreste della Sumaco Biosphere Reserve vicino a Quito, in Ecuador.

Si tratta di alberi che si muovono lentamente, migrano di pochi centimetri al giorno attraverso il deserto man mano che si formano le nuove radici, sostituendo le vecchie. Grazie a questi piccoli spostamenti, gli alberi sono in grado di arrivare a percorrere anche 20 metri all’anno.

Questi esemplari appartengono alla specie Socratea exorrhiza e sono palme originarie dei biomi tropicali dell’America centrale e meridionale, che arrivano fino a 25 metri di altezza. Si chiamano Palm Walking (in italiano potrebbe tradursi come Palma Camminatrice) o Cashapona e di solito si trovano nelle zone più umide.

Gli alberi cercano la luce e un ambiente sempre migliore, il più adatto possibile: per questo, quando il terreno si rovina, si formano nuove radici alla ricerca di terra fresca, più solida e fertile. Quando poi le radici si sono stabilite nel nuovo terreno, l’albero si muove con calma, si piega con pazienza verso il nuovo, lasciando indietro il vecchio.

Le proprietà delle Socratea exorrhiza fanno sì che la ricerca della luce non sia l’unico motivo per camminare, può anche succedere qualcosa per cui l’albero è costretto a rigenerarsi: per esempio, se un altro albero cade sopra a un Palm Walking, la palma potrebbe utilizzare le nuove radici come metodo di fuga dalle macerie.

Sono molti gli studiosi che, nel tempo, si sono applicati su questo fenomeno, ma non tutti sono certi che sia davvero possibile: il paleobotanico Peter Vrsansky della Accademia Slovacca delle Scienze di Bratislava sostiene con forza la resilienza di questa specie di alberi e la loro potenziale capacità di entrare in nuove nicchie ecologiche.

EC

Questo articolo è stato letto 119 volte.

alberi, alberi che camminano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net