Cina: troppo smog, scuole chiuse

Condividi questo articolo:

In Cina la prima giornata di accensione dei riscaldamenti ha provocato una nuvola di smog densa: scuole e aereoporto chiusi  

 

 

In Cina, nella città di Harbin, una grossa nuvola di smog ha invaso i cieli, costringendo le autorità a chiudere le scuole e l’aeroporto, mentre il traffico è impazzito a causa della scarsa visibilità. L’indice delle particelle di materia inquinante, Pm 2.5 e Pm 10,  ha raggiunto il livello di mille, ben oltre la soglia minima considerata tollerabile dall’organismo umano. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) la soglia è infatti di 300 PM.

Come mai tanto smog? L’Agenzia Nuova Cina attribuisce l’alto livello di inquinamento dell’aria alla prima giornata di accensione dei riscaldamenti, che sono in gran parte a carbone in tutto il nordest della Cina. Lo smog è stato di una densità eccezionale in altre città della regione, tra cui la capitale della provincia dello Jilin, Changchun. Harbin si trova nella provincia dell’Heilongjiang, non lontano dal confine con la Russia.

gc

Questo articolo è stato letto 5 volte.

aereoporto, Cina, inquinamento, smog, smog Cina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net