ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Quirinale: Ceccanti, 'voto positivi, importante siano caduti tabù'-**Petrolio: Unem, nel 2021 carboturbo +19,5% ma -56% su 2019**-A Philip Morris Italia e Philip Morris manufacturing & technology Bologna il certificate Top employer-Usa: domande disoccupazione risalgono a quota 286 mila-Calcio: Theo Hernandez, 'se sono il giocatore che sono è anche merito di Maldini'-Sci: Cdm, Innerhofer il più veloce in seconda prova discesa Kitzbuehel-Arriva 'Il Giro dei Venti', regata e corsa in bici insieme per la prima volta-Sci: Cdm, Goggia leader con salto di porta nella prima prova della discesa di Cortina-Quirinale: Scotto (Art.1) a Renzi, 'Qui Quo Qua non bastano, meglio la Banda Bassotti'-Quirinale: Di Battista, 'no a Draghi, per M5S sarebbe inaccettabile e autolesionista'-Rep. Congo: moglie Attanasio, ‘cosa non verificata ha preso spazio che non merita-Quirinale: ancora dubbi ma cresce fronte pro-Draghi in M5S, anche Fico non chiude-Sicilia: Letta, 'Musumeci al capolinea, vogliamo costruire alternativa vincente'-Tennis: Australian Open, Sinner al terzo turno-Tirrenia: Cin offre 144 mln euro, pm 'commissari decidano entro gennaio' (2)-Partiti: sondaggio Porta a Porta, Pd primo con 21,6%, Fdi al 18,9 e Lega al 18,5-**Lepri: Mattarella, 'maestro di professionalità e deontologia, testimone storia italiana**-Nasce Alperia Green Future-**Bce: minute Consiglio, 'falchi' contrari a rimodulazione e flessibilità acquisti**-Bollette: Letta, 'prioritario intervento strutturale del governo su fiscalizzazione aumenti'

Ambiente, l’Ue chiede all’Italia piu’ responsabilita’ ambientale

Condividi questo articolo:

 

L’Europa bacchetta l’Italia in materia di responsabilità ambientale, il nostro paese ha tempo due mesi per risolvere le questioni aperte in tema di acuqa, habitat e specie protette

La Commissione europea si è detta preoccupata che l’Italia non abbia attuato correttamente la normativa UE in materia di responsabilità ambientale, per cui i cittadini italiani non godrebbero di una tutela sufficiente. Su raccomandazione del commissario per l’Ambiente Janez Potocnik, la Commissione sta per inviare un parere motivato complementare per chiedere all’Italia di adeguare in tal senso la propria legislazione. Se l’Italia non risponderà entro due mesi, la Commissione potrebbe adire la Corte di giustizia europea.

La direttiva sulla responsabilità ambientale stabilisce un quadro giuridico per questa materia in base al principio “chi inquina paga”, con l’obiettivo di prevenire e di riparare i danni ambientali. Le persone fisiche e giuridiche che esercitano le attività elencate nella direttiva, o effettuano i controlli, sono oggettivamente responsabili dei danni che causano all’ambiente con la loro attività. Tali danni comprendono i danni ai corpi idrici, alle specie e agli habitat naturali protetti, e al terreno.

Sebbene molte disposizioni della direttiva siano state correttamente recepite, la Commissione mostra perplessità in merito alla mancanza di responsabilità oggettiva e alla possibilità lasciata agli operatori di utilizzare la compensazione finanziaria, anziché riparare il danno.

 

 

 

Questo articolo è stato letto 10 volte.

ambiente, Commissione europea, habitat naturale, Italia, Ue riprende l'Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net