ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
**Milano: carabinieri bloccano un uomo autoaccusatosi di aver ucciso la moglie**-**Pd: 'chiamiamolo partito del lavoro', idea Lepore piace, da Ricci a Zingaretti**-Nuoto: mondiali vasca corta, i convocati azzurri per Melbourne-Tiro a volo: Luciano Rossi è il nuovo presidente dell'Issf-Milano: da domani torna 'Milano è Viva' nei quartieri, ci sarà anche Ludovico Einaudi-Calcio: Gravina, 'Juve? Attenti al linciaggio di piazza'-**Milano: donna uccisa in casa con arma da taglio, autore si è costituito**-Startup in Sicilia raddoppiate in 5 anni, Egp presenta novità 'Nexthy booster programma'-Visibilia: procura Milano rinuncia a istanza su Visibilia Editore, debiti saldati (2)-Governo: Musumeci, 'Calenda entra? No, ma modo intelligente di fare opposizione'-Lavoro: Camera approva mozione maggioranza su salario minimo, no a testi opposizione-Scherma: Cdm, i convocati azzurri per le prove di fioretto e sciabola-Governo: Musumeci, 'da Fi fuoco amico? Maggioranza coesa ci sono sensibilità diverse'-Imprese: Voltolina, '2 mld investimenti in start-up? Pochi, Italia ne vale minimo 10 volte tanto'-Ischia: Musumeci, 'ripristinare unità di missione 'Italia Sicura'? Non abbiamo pregiudizi'-Ferrovie: Rfi, 'presentato piano neve e gelo per linee in Lombardia'-Lavoro: Orlando (Pd), 'salario minimo cruciale, non è solo equità ma modello di sviluppo'-Lombardia: Anelli (Lega), 'Regione traina Paese grazie a piano voluto da Fontana'-Visibilia: procura Milano rinuncia a istanza su Visibilia Editore, debiti saldati-Qatar 2022: Germania vede la vittoria contro Costa Rica, in quota si avvicinano gli ottavi

Il Parlamento Europeo contro la deforestazione

Condividi questo articolo:

La proposta che porterebbe alla limitazione di alcuni prodotti

Il Parlamento Europeo ha votato a favore di una proposta per combattere il cambiamento climatico a livello globale e per limitare la perdita di biodiversità.

La nuova legge obbligherebbe le imprese a verificare che i beni venduti nell’UE non siano stati prodotti su terreni deforestati o degradati in nessuna parte del mondo. Ciò garantirebbe ai consumatori che i prodotti che acquistano non contribuiscano alla distruzione delle foreste, comprese quelle tropicali insostituibili, e quindi ridurrebbe il contributo dell’UE al cambiamento climatico e alla perdita di biodiversità.

Il Parlamento chiede inoltre alle imprese di verificare che le merci siano prodotte in conformità con le disposizioni internazionali in materia di diritti umani e rispettino i diritti delle popolazioni indigene.

Quali sarebbero i prodotti limitati

La proposta della Commissione riguarda bovini, cacao, caffè, olio di palma, soia e legno, compresi i prodotti che contengono, sono stati alimentati o sono stati realizzati utilizzando tali prodotti (come cuoio, cioccolato e mobili).

Il Parlamento vuole includere anche carne suina, ovina e caprina, pollame, mais e gomma, nonché carbone e prodotti di carta stampata. Gli eurodeputati insistono anche sul fatto che i prodotti non devono essere stati prodotti su terreni disboscati dopo il 31 dicembre 2019 – un anno prima di quanto proposto dalla Commissione.

I paesi potranno usare strumenti di monitoraggio satellitare, audit sul campo, sviluppo di capacità dei fornitori o test isotopici per verificare la provenienza dei prodotti dando accesso a questi dati alle autorità UE.

La Commissione dovrebbe classificare i paesi, o parte di essi, a rischio basso, standard o elevato entro sei mesi dall’entrata in vigore del presente regolamento. I prodotti provenienti da paesi a basso rischio saranno soggetti a minori obblighi.

Con 453 voti a favore, 57 contrari e 123 astensioni il Parlamento è ora pronto ad avviare i negoziati sulla legge finale con gli Stati membri dell’UE.

(fonte: https://www.europarl.europa.eu/news/it/press-room/20220909IPR40140/climate-change-new-rules-for-companies-to-help-limit-global-deforestation)

Luna Riillo

Questo articolo è stato letto 16 volte.

deforestazione, parlamento europeo, prodotti provenienti da terreni deforestati

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net