ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
**Mo: Salvini, 'chi attacca Israele attacca democrazia'**-Mo: Cirielli, 'cessi escalation violenza, Ue intervenga per favorire dialogo'-**Mo: Hamas, lanciati oltre 100 razzi da scadenza ultimatum**-Covid: Moratti, '475mila 50enni lombardi hanno aderito a campagna, incoraggiante'-Vaccino Covid, come comportarsi dopo le dosi?-**Cinema: Tom Cruise restituisce i tre Golden Globe per unirsi a protesta contro Hfpa**-**Calcio: Tna su Gasperini, 'irritualità atto deferimento, restituzione atti a Procura antidoping'**-**Tuffi: Europei, storico argento Italia del Team Event**-**Giustizia: M5S, con Cartabia incontro interlocutorio, ci sono criticità'**-**Cinema: la Nbc non trasmetterà i Golden Globe del 2022**-Governo: domani Consiglio ministri alle 11.15 su leggi regionali-Migranti: Amendola, 'a Consiglio Affari generali ribadita necessità iniziativa Ue'-Calcio: insulti a ispettori antidoping, sentenza Gasperini attesa domani-Calcio: Champions League, finale City-Chelsea verso il trasloco da Istanbul al Portogallo-Lirica: la Scala riapre dopo 199 giorni, Sala 'è come non l'abbiamo mai vista'-Partiti: sondaggio Swg-TgLa7, M5S in calo tutti gli altri in crescita, Lega sempre prima-Mo: Picierno, 'Ue e Italia si impegnino per ripresa dialogo'-Calcio: Maria Marotta, 'emozione al primo fischio poi ho arbitrato con determinazione'-Pallavolo: Lugli, 'indignazione del Coni per il mio caso si è fermata alla telefonata'-Giustizia: Perantoni, 'ottimista su riforma, presto calendario lavori commissione Camera'
siccità

Clima, a cosa dovremo prepararci, secondo gli scienziati, nei prossimi anni

Condividi questo articolo:

siccità

Se gli esseri umani continuano a riscaldare il pianeta, questo è il futuro che potrebbe riguardare tutti

Secondo i ricercatori dell’University of Queensland in Australia, il nostro pianeta sarà probabilmente colpito da diverse “mega-siccità” – il che significa siccità che durano più di due decenni – per colpa, in gran parte, dei cambiamenti climatici.

Il team ha studiato i documenti geologici del periodo Eemiano, che vanno da 129.000 a 116.000 anni fa, la penultima volta in cui il pianeta era tra le ere glaciali e quindi era più caldo e più arido e hanno scoperto, come ha detto in una nota il professore della University of Queensland Hamish McGowan, “che, in passato, una quantità simile di riscaldamento è stata associata a condizioni di mega-siccità in tutto il sud-est dell’Australia”.

“Queste condizioni più secche hanno prevalso per secoli, a volte per più di 1000 anni, con gli eventi di El Niño che molto probabilmente aumentavano la loro gravità”.

Studiando le stalagmiti nelle grotte del Nuovo Galles del Sud, in Australia, il team ha scoperto che le precipitazioni erano state significativamente ridotte durante il periodo Eemiano.

Sicuramente, tra allora e ora, c’è una differenza cruciale: durante il periodo Eemiano, il riscaldamento è stato causato dai cambiamenti dell’inclinazione e dell’orbita terrestre, mentre oggi sono i gas serra i responsabili del clima più caldo.

“Sono risultati allarmanti, in una lunga lista di scoperte allarmanti che gli scienziati del clima hanno divulgato negli ultimi decenni”, ha detto McGowan.

“Ci auguriamo che questa nuova ricerca consenta nuove intuizioni sul nostro clima futuro e sui rischi che potrebbe comportare, come la siccità e gli incendi boschivi associati“, ha detto. “Ma, cosa importante, se gli esseri umani continuano a riscaldare il pianeta, questo è il futuro che potrebbe riguardare tutti”.

 

Questo articolo è stato letto 35 volte.

clima, climate change, gas serra, riscaldamento globale, siccità

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net