Un alveare urbano per salvare le api

Arriva dall'Italia B-box, una scatola per dare riparo alle api e aiutare la loro sopravvivenza

Anche le pratiche di apicoltura possono diventare urbane e contribuire alla lotta contro il drammatico declino delle popolazioni delle api: ci pensano realtà come l'italiana B-box a centrare questo obiettivo. Disponibile grazie alla campagna Indiegogo, B-box è un alveare che può essere usato da chiunque, ovunque ci si trovi – anche nei contesti urbani.

Non è la prima volta che si creano delle scatole per dare riparo alle api, ma la B-Box offre numerosi vantaggi rispetto alle scatole tradizionali. Per esempio, la struttura è in legno, con un pannello rimovibile che ti permette di vedere le api al lavoro ogni volta che vuoi – un metodo decisamente più facile e sicuro del sollevare il coperchio su un alveare normale, che inoltre non danneggia la colonia. Il comignolo di ingresso delle api, poi, si trova a circa due metri da terra, consentendo alle api di accedere senza mettere a rischio le persone.

Uno degli aspetti più interessanti, però, è il design del comparto a nido d'ape: il sistema, infatti, incoraggia le api a lasciare lo spazio tirando una leva che non le lascia entrare. Il miele viene quindi raccolto rimuovendo i telai a nido d'ape senza l'uso di fumo o attrezzi speciali e poiché i telai sono molto più piccoli dei soliti, se ne può rimuoverne uno alla volta e raccogliere il miele senza infastidire, disturbare o innervosire le api.
L'alveare è personalizzabile, con molte opzioni possibili di configurazione: è adatto per qualsiasi spazio, anche un balcone, con dimensioni di base di 67 × 47 cm.

La campagna ha già triplicato il suo obiettivo economico e la B-box è pronta per la produzione. Poiché sta per scadere, ci si dovrebbe affrettare a fare il pre-ordine.
Le prime spedizioni sono previste per novembre.

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER