ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Vino: Suavia, con 'I luoghi' il racconto di una famiglia e della sua terra-'Un concerto per le feste' all'Istituto Polacco di Roma-Libri: networking per costruire il futuro, esce 'Il Potere delle relazioni' di Marco Vigini-Ucraina, Architetti italiani 'in campo' con 'Design for Peace'-Design: Talenti compie 20 anni, outdoor made in Italy tra design e tecnologia-Subito, 2023 con incremento a doppia cifra fatturato rispetto al 2022 -Gallucci (Giovani Confindustria Fermo): "Il marketing a difesa del primato distretto calzatura Marche"-Mozzarella di bufala Dop: export oltre 40%, al via da Parigi tour di promozione-Crollo Firenze, Di Franco (Fillea): "Incontro lunedì con governo? vogliamo trattativa vera"-Milleproroghe, l'esperto: "Ecco come funzionano le nuove regole sul contratto a termine"-Vino, al via corso Onav Roma per assaggiatori - I livello-Fenimprese: ecco libro 'E' nata una stella', ricavato in beneficenza-Social, Udicon: influencer no, recensioni on line sì, ecco come italiani scelgono acquisti-Energia, Zullo (Miwa Energia): "Fine tutela, centrali trasparenza e attenzione per utente"-Professioni, Corrado Sassu: "L'agente immobiliare è l'investigatore privato di chi cerca casa"-Crollo Firenze, Cifa Italia: "Creare sistema di rating di qualità delle imprese"-Crollo Firenze, Panzarella (FenealUil): "Tavolo permanente su sicurezza, modello Giubileo per limiti a subappalto a cascata"-Tributaristi: "Sì aggiornamento professionale come garanzia e tutela utenza"-Mestieri: non solo scarpe, a lezione di creatività e imprenditorialità dal maestro calzolaio di Acilia-Municipia-Yunex Traffic Italia, insieme per trasformazione digitale mobilità urbana

Come ottenere benefici per la salute dal dente di leone

Condividi questo articolo:

Comunemente considerata un’erbaccia, questa antica medicina antitumorale può crescere spontaneamente in giardino

C’è una buona probabilità che un’antica medicina, in grado di combattere il cancro, popoli i nostri cortili o aiuole – ed è anche del tutto possibile che venga puntualmente sradicata o falciata. I denti di leone potrebbero sembrare erbacce, ma potrebbero effettivamente essere la cosa più preziosa che cresca in modo spontaneo.

Questa pianta fiorita, probabilmente originaria dell’Eurasia e nota anche come tarassaco, prende il nome dal francese “dent de lion“, per via delle sue foglie allungate e simili a denti. Conosciuti per il loro alto contenuto di vitamina A, i denti di leone sono stati a lungo utilizzati per prevenire naturalmente le infezioni del tratto urinario, in quanto possono impedire la crescita di microbi all’interno del sistema urinario.
La pianta è nota per il suo supporto al fegato e il suo tè è spesso usato per la disintossicazione.

Tuttavia, è la radice della pianta che sta ricevendo maggiore attenzione ultimamente, poiché il suo estratto ha dimostrato di fornire effetti anticancro. Finora, in ambiente di laboratorio, è emerso che le cellule tumorali venivano annientate per tumori come il melanoma, il carcinoma pancreatico, la leucemia e il tumore del colon in animali. È già in corso un’applicazione clinica umana, per esplorarne l’utilizzo nei tumori del sangue allo stadio terminale, come linfoma e leucemia.

In uno studio dell’Università di Windsor in Ontario, in cui esiste un programma di ricerca specifico dedicato al dente di leone, l’estratto di radice di tarassaco ha dimostrato di indurre le cellule di melanoma umano a sopprimersi entro sole 48 ore, lasciando esclusivamente le cellule sane vicine.
Oltre ai suoi effetti anticancro, la radice del dente di leone può anche migliorare la salute del cuore. Il suo estratto può aiutare a trattare l’acidità del sangue e l’ipertensione e la radice medicinale può ridurre il colesterolo nel sangue e aiutare a ridurre il grasso. Può anche inibire l’infiammazione, che è al centro di molte malattie croniche moderne.

La radice di tarassaco si trova in capsule, estratto liquido o forma di tintura e può anche essere tostata come un’alternativa sana al caffè. Anche se è possibile acquistare tè di radice di tarassaco preparati, se si ha la possibilità di raccogliere questa pianta nel proprio cortile o giardino (a meno che non vengano usati pesticidi), è abbastanza semplice prepararsi del tè da soli: sciacquate la radice della pianta con cura e macinatela finemente; usate da mezzo cucchiaino a un cucchiaino pieno alla volta, mettendolo in una bustina di tè e lasciandolo in infusione in acqua bollente per 20 minuti. Se ne raccogliete un po’ di più in una volta sola, può essere disidratato e conservato. Viene suggerito di berne due tazze al giorno.

I denti di leone possono anche essere consumati come verdure: ottimi in insalata, possono essere aggiunti alla zuppa o anche a un frullato, per ottenere più vitamine A, B6, K e C, insieme a calcio, riboflavina, acido folico, magnesio, manganese, ferro e potassio, tra gli altri nutrienti.

Smettiamo di sprecare questa incredibile pianta antitumorale e iniziamo a sperimentare vari modi per includere il dente di leone nella nostra dieta quotidiana.

 

Questo articolo è stato letto 228 volte.

anticancro, antitumorale, colesterolo, colon, dente di leone, erbe, erbe medicinali, fitoterapia, fitoterapici, infuso, leucemia, linfoma, melanoma, prevenzione, radice, radice di dente di leone, salute del cuore, sistema urinario, tarassaco, , Vitamina A

Comments (133)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net