ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Quirinale: Letta, ‘domani fondamentale incontro maggioranza, no spaccature’-Burkina Faso: Ecowas sospende Paese dopo il golpe militare-**Quirinale: Orlando, 'segnale molto forte su Mattarella bis da Parlamento'**-Quirinale: Renzi, 'Belloni? Non la voteremo'-Quirinale: Renzi, 'c’è qualcuno cresciuto con senso istituzionale di un Gormito'-Quirinale: Renzi, 'Mattarella? Ogni giorno più probabile che si finisca da lui'-Quirinale: Verducci, 'da Parlamento indicazione chiara su Mattarella'-**Quirinale: fonti, confronto su candidature femminili, Severino, Cartabia e Belloni**-Quirinale: fonti Nazareno, 'prendere atto spinta trasversale Parlamento per Mattarella'-**Quirinale: una scheda in più rispetto a votanti, scrutinio comunque valido**-Quirinale: Ceccanti (Pd), 'annotare e tenere conto dei voti per Mattarella'-**Quirinale: domani settimo scrutinio alle 9.30**-Quirinale: risultato sesto scrutinio, Mattarella 336 voti, 106 schede bianche (2)-Quirinale: risultato sesto scrutinio, Mattarella 336 voti, 106 schede bianche-Quirinale: fonti Nazareno, 'confronto anche su candidate, ma ci vuole serietà'-Ue: Eurostat, salari minimi in 21 Stati membri, superori a 1.500 euro in 6 paesi-**Quirinale: Renzi, 'se è lei, domani proporremo di non votare Belloni'**-Quirinale: terminato spoglio, per Mattarella 337 voti, più del doppio di ieri-Quirinale: Renzi, 'Belloni inaccettabile, è mia amica ma non la voterò'-Calcio: Vlahovic, 'voglio rendere la Juve orgogliosa, lotteremo fino alla fine'

Trivelle in Campania? La vera ricchezza è il vino

Condividi questo articolo:

La ricerca di idrocarburi potrebbe compromettere la produzione di vino di un’area apprezzata per i suoi prodotti naturali

In Irpinia temono l’arrivo delle trivelle: il progetto si chiama Gesualdo-1 ed è previsto, come dice il nome, a soli 300 metri dal castello baronale del comune di Gesualdo. 

Perplessi i sindaci della zona e i comitati e anche il Consorzio di tutela dei Vini d’Irpinia, che ha preso posizione contro il progetto: ‘L’ Irpinia è attualmente interessata da due progetti che coinvolgono decine di Comuni in cui si vorrebbe cercare ed estrarre petrolio, gli stessi Comuni e la stessa Provincia da cui provengono ben 3 delle 4 DOCG campane: Taurasi, Fiano di Avellino, Greco di Tufo e gli stessi territori in cui vengono coltivate le eccellenze della produzione agroalimentare campana e nazionale, apprezzate sulle tavole di tutto il mondo. Il Consorzio di Tutela dei Vini d’Irpinia composto da produttori di uve e aziende vitivinicole opera per la promozione e la tutela delle 3 DOCG e rappresenta circa l’80% della produzione dei vini irpini certificati DOP’.

I viticoltori fanno notare che l’estrazioen di idrocarburi genera effetti negativi sulle condizioni socio-economiche dell’ambiente locale: ‘produce un grave inquinamento delle falde acquifere, una bassissima intensità occupazionale per il territorio e una instabilità dell’economia legata alle attività estrattive. Parallelamente le iniziative di questo genere provocano l’immediata distruzione del valore di immagine della produzione agricola, fortemente correlata alla salubrità e integrità ambientale. L’Irpinia è da sempre legata a tali risorse: intere generazioni di famiglie irpine hanno vissuto e vivono delle economie agroalimentari tipiche di questa terra, olio, vino, formaggi, castagne, nocciole, molte delle quali hanno ottenuto il riconoscimento di denominazione d’origine protetta e una legittimazione qualitativa internazionale’.

I produttori di vino dell’Irpinia richiamano l’esperienza delle Langhe, in Piemonte, dove si producono Barolo e Barbaresco: recentemente sono state inserite nel patrimonio dell’Unesco. Un’idea di qualità difficilmente compatibile con le trivelle e il petrolio.

A livello nazionale è in crescita il vino bio, un altro modo per puntare sul territorio e il rispetto dell’ambiente e dei frutti che ci dona.

a.po

 

 

 

Questo articolo è stato letto 12 volte.

idrocarburi, Irpinia, petrolio, Vini, vino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net