Spreco di cibo. Nasce Last minute sotto casa

Condividi questo articolo:

Per evitare lo spreco di cibo è nato Last minute sotto casa, un progetto che collega negozianti e cittadini

 

 

No allo spreco di cibo. Il Comune di Narmi ha organizzato ‘Last minute sotto casa’, un progetto che favorisce il recupero di risorse da parte del negoziante e aiuta il cliente che acquista a prezzi molto interessanti, evitando di buttare cibo. In principio, il progetto era nato per le panetterie, ma dal 2014 ad oggi sono ben 550 negozi ad aderire al progetto, con più di 25.000 utenti. Ora ‘Last minute sotto casa’ coinvolge anche pastifici, gastronomie, frutta-verdura, macellerie, pescherie, bar.

Grazie a questa iniziativa, spiega l’assessore all’ambiente di Palazzo del Podestà, il negoziante, da pc o con uno smartphone, indica i prodotti alimentari in eccedenza o in scadenza informando rapidamente i cittadini presenti nelle vicinanze. I clienti, a loro volta, indicano a che distanza da casa o da più luoghi, come per esempio quello di lavoro, vogliono ricevere le proposte in tempo reale e da quali tipologie di negozio.

gc

Questo articolo è stato letto 3 volte.

alimentazione, cibo, Last minute sotto casa, spreco di cibo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net