Le punture di api possono uccidere un uomo?

Condividi questo articolo:

Di regola ci vorrebbero centinaia di punture per arrivare al decesso, ma attenzione ai bambini e a chi e’ allergico

Uno sciame di api può uccidere un uomo? Recentemente si sono lette molte notizie di sciami di api o vespe che hanno aggredito un uomo, rimasto vittima di decine di punture. In alcuni, rari casi può accadere che l’aggressione di uno sciame possa portare l’uomo al decesso. Ma è molto difficile che le punture di api, per quanto diffuse, possano arrivare ad uccidere un uomo adulto. Per provocare la morte di un uomo il veleno, infatti, deve essere tantissimo e commisurato al peso dell’uomo. Si calcola all’incirca che la proporzione sia di 10 punture ogni 500 grammi del peso corporeo. Centinaia di punture possono essere perciò letali per un bambino.

Naturalmente tutti questi calcoli valgono se l’essere umano colpito non è allergico al veleno. In questi casi le reazioni anche ad una sola puntura possono essere gravi fino ad arrivare allo shock anafilattico. Se perciò notate reazioni anomale alla puntura, come difficoltà respiratorie, senso di mancamento, gonfiore eccessivo e diffuso è bene rivolgersi il prima possibile ad un pronto soccorso medico. Chi sa di essere allergico invece dovrà portare con sé sempre un preparato consigliato dal medico (di solito a base di cortisone e adrenalina).

(A.S.)

Questo articolo è stato letto 1.163 volte.

api, punture, uomo, veleno, vespe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net