La posata che aiuta i malati di Parkinson a mangiare

Condividi questo articolo:

Un team di ricercatori di San Francisco ha ideato un cucchiaio capace di ridurre il tremore essenziale legato alla malattia di Parkinson

Un cucchiaio capace di ridurre il tremolio e permettere ai malati di Parkinson di nutrirsi da soli, restituendo loro dignità e autonomia a partire dai piccoli gesti. Il meccanismo Liftware – ideato da un team di ricercatori di San Francisco –  può essere applicato ad ogni tipo di cucchiaio, si alimenta con batterie ricaricabili ed è semplice da portare con sé.  

I sensori in Liftware sono in grado di rilevare il tremore e il dispositivo risponde attraverso un piccolo motore che riesce a controbilanciare il tremore essenziale (da cui è colpito il 6% della popolazione mondiale), riducendolo del 70%. Il meccanismo è in grado di distinguere il tremore da altri tipi di movimento della mano. 

L’unico problema è che Liftware è assai costoso perché bisogna sborsare almeno 295 dollari per acquistarlo. Ma sul sito della società che lo produce è stata avviata una campagna di raccolta fondi che ha permesso di acquistarne 115 da destinare a persone affette dalla malattia che si trovano in condizioni economiche svantaggiate. 

Il team di scienziati e ingegneri di San Francisco del Liftlab, lavora proprio allo sviluppo delle nuove tecnologie per rendere più facile la vita ai malati di Parkinson. Presto è annunciato l’arrivo di meccanismi per altre posate.

(A.S.)

Questo articolo è stato letto 18 volte.

batterie, batterie ricaricabili, cucchiaio, malati, ricaricabili, sensori, tremore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net