Ginnastica in ambienti caldi potrebbe far male

Condividi questo articolo:

La temperatura ideale delle palestre non deve superare i 22,5 gradi. I corsi in ambienti surriscaldati potrebbero far male

 

Allenarsi in ambienti surriscaldati, trend del momento negli Stati Uniti, potrebbe fare male. A dirlo è l’American college of sports medicine (Acsm), che invita alla prudenza e a non frequentare i corsi di ginnastica bollente, quali hot-yoga, hot-cycling e hot-spinning, con temperature dai 27 ai 35 gradi, potrebbe essere nocivo.  Questi corsi stanno prendendo sempre più piede e si stanno diffondendo anche in Europa:  gli allenatori sostengono che aumentare la temperatura della sala fa bene perché si suda di più, aumenta il battito cardiaco, il consumo calorico e la prestazione fisica.

 

‘La temperatura ideale delle palestre non deve superare i 22,5 gradi, andare oltre può diventare pericoloso’ afferma Walter Thompson, della Acsm in una nota – ‘devono evitare di partecipare a tali sessioni ‘hot’ tutti coloro che non sono in buona salute, in particolare che ha patologie cardiocircolatorie’. 

gc

Questo articolo è stato letto 7 volte.

allenamento, allenarsi, palestra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net