vermi della farina

Mangeresti i vermi della farina?

Condividi questo articolo:

Una ricerca dice di sì. Ecco perché

Un nuovo studio pubblicato sul Journal of Insects as Food and Feed ha rivelato che i vermi della farina potrebbero essere degli ottimi sostituti alla carne come fonte proteica alternativa, da usare sia per gli animali che per gli esseri umani.

Lo studio arriva in un momento in cui la domanda alimentare globale continua ad aumentare, con una conseguente carenza di fonti proteiche che spinge molti ricercatori a cercare opzioni alternative.

In questo caso, la ricerca, condotta dalla Indiana University – Purdue University Indianapolis (IUPUI), si è concentrata sull’analisi del genoma di una specie di vermi della farina nota come Tenebrio molitor.

È stata Christine Picard, professore associato di Biologia e direttrice del programma di Scienze Investigative forensi presso la IUPUI School of Science, a guidare questa ricerca che ha utilizzato una tecnologia del genoma che potrà essere molto utile per altri scienziati.

Le informazioni raccolte, infatti, sono disponibili per l’uso da parte di coloro che cercano di utilizzare il DNA per ottimizzare i vermi della farina per la produzione di massa.

I risultati dello studio rivelano che il verme della farina può offrire diversi vantaggi agricoli.

Innanzitutto i pesci e gli uccelli domestici possono utilizzare i vermi come fonte alternativa di proteine – i pesci, tra l’altro, ne sono appassionati, quindi utilizzare i vermi per gli allevamenti ittici potrebbe essere piuttosto immediato e indolore. Inoltre anche altre industrie di alimenti per animali domestici le potrebbero usare come fonte proteica supplementare.

In secondo luogo, i vermi possono essere utilizzati nella produzione di fertilizzanti organici, con i loro rifiuti ricchi di sostanze nutritive.

E infine, in futuro, i vermi della farina potrebbero anche servire da cibo per gli esseri umani.

Nel frattempo, per facilitare la commercializzazione di questi vermi, il team IUPUI continua le sue ricerche sui processi biologici del Tenebrio molitor.

 

Questo articolo è stato letto 33 volte.

cibo per animali, cibo per umani, vermi della farina

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net