ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll

Bellezza, se gli italiani scelgono il ‘fai da te’

Condividi questo articolo:

Meno tinte e meno centri estetici per le donne, ma piu’ uso di prodotti fai da te, e piu’ frequenza nelle erboristerie e nei negozi specializzati per la pulizia della casa

Gli italiani rinunciano poco alla loro bellezza ma cambiano le loro abitudini per risparmiare in questo periodo difficile. Dimezzate le frequenze delle signore dal parrucchiere: i capelli si tingono in media 5 volte l’anno invece che 10 (media anno 2012 verso 2011) ma cio’ non significa che vedremo presto una moltitudine di donne imbiancate. La capigliatura si vuole giovane ma per arrivare alla fine del mese ci si lascia stregare dalle colorazioni ‘fai da te’ da fare a casa. Dall’aria green, sicure, facili da applicare e che costano molto meno. In calo anche le frequenze nei centri estetici che segnalano un – 7,5% di vendite di prodotti di bellezza negli ultimi 6 mesi e si prevede una ulteriore diminuzione per i primi sei mesi del nuovo anno del 2,9%. In calo anche le vendite in farmacia (-2% ultimo semestre. Di contro si affollano le erboristerie (+ 2,5% nell’ultimo semestre di questo anno e per il 2013 la crescita prevista in 6 mesi sara’ del 2,9%) e i grandi negozi specializzati in prodotti per la pulizia di casa e l’igiene personale (+20%).

I trend e le previsioni del settore cosmetico sono elaborate dal Centro Studi di Unipro, associazione italiana delle industrie cosmetiche, analizzate questa mattina a Milano in occasione della conferenza di presentazione dell’analisi congiunturale.

“Il fatturato delle aziende cosmetiche italiane e’ cresciuto in questi ultimi sei mesi dell’anno dello 0,5%, con un valore di 9.700 milioni di euro di fatturato, sostenuto soprattutto dalle esportazioni che hanno registrato una crescita del 5% e un valore di 2.800 milioni di euro per il 2012″, ha spiegato Fabio Rossello, Presidente Unipro. “Cala invece di 1,4 punti percentuali il consumo interno dei prodotti di bellezza, per un valore di 6.200 milioni di euro. Per i primi 6 mesi del 2013 ci aspettiamo ancora un calo della domanda interna dell’1,5% a fronte invece di una crescita delle esportazioni del 7%”.

 

Questo articolo è stato letto 14 volte.

bellezza, estetica, igiene personale, prodotti di bellezza, prodotti femminili, tinta per i capelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net