ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
'Un concerto per le feste' all'Istituto Polacco di Roma-Libri: networking per costruire il futuro, esce 'Il Potere delle relazioni' di Marco Vigini-Ucraina, Architetti italiani 'in campo' con 'Design for Peace'-Design: Talenti compie 20 anni, outdoor made in Italy tra design e tecnologia-Subito, 2023 con incremento a doppia cifra fatturato rispetto al 2022 -Gallucci (Giovani Confindustria Fermo): "Il marketing a difesa del primato distretto calzatura Marche"-Mozzarella di bufala Dop: export oltre 40%, al via da Parigi tour di promozione-Crollo Firenze, Di Franco (Fillea): "Incontro lunedì con governo? vogliamo trattativa vera"-Milleproroghe, l'esperto: "Ecco come funzionano le nuove regole sul contratto a termine"-Vino, al via corso Onav Roma per assaggiatori - I livello-Fenimprese: ecco libro 'E' nata una stella', ricavato in beneficenza-Social, Udicon: influencer no, recensioni on line sì, ecco come italiani scelgono acquisti-Energia, Zullo (Miwa Energia): "Fine tutela, centrali trasparenza e attenzione per utente"-Professioni, Corrado Sassu: "L'agente immobiliare è l'investigatore privato di chi cerca casa"-Crollo Firenze, Cifa Italia: "Creare sistema di rating di qualità delle imprese"-Crollo Firenze, Panzarella (FenealUil): "Tavolo permanente su sicurezza, modello Giubileo per limiti a subappalto a cascata"-Tributaristi: "Sì aggiornamento professionale come garanzia e tutela utenza"-Mestieri: non solo scarpe, a lezione di creatività e imprenditorialità dal maestro calzolaio di Acilia-Municipia-Yunex Traffic Italia, insieme per trasformazione digitale mobilità urbana-Crollo Firenze, ingegneri: "Subappalto a catena ostacolo all’attuazione del piano sicurezza"

È l’estate dello street food

Condividi questo articolo:

Ecco i cibi d strada più amati: vince la tradizione, in calo il kebab

È l’estate dello street-food, quasi due italiani su tre hanno consumato cibo da strada quest’anno, con un boom durante i mesi estivi. Lo spiega Coldiretti che sottolinea il perché della scelta dei consumatori: “concilia la praticità con il costo contenuto, ma anche perché rappresenta una forma di vendita particolarmente apprezzata dai turisti”.

Nel frattempo si moltiplicano feste, sagre e chioschi dedicati ai cibi più semplici pronti per essere consumati ovunque.
I cibi da strada italiani più consumati sono legati alle tradizioni locali: piadine, arrosticini e arancini. C’è una nicchia (13%) di amanti di prodotti della tradizione italiana come gli hot dog, mentre si segnala in calo il kebab, scelto da solo il 6% del campione.

Il cibo da strada ormai fa tendenza e sono comparsi ovunque dei chioschi evoluti, i cosiddetti “food truck” che offrono ogni genere di prodotto cucinato sul posto.

E l’Italia, sottolinea Coldiretti, può vantare una tradizione ampia di prodotti otre a quelli già descritti, come i filetti di baccalà alla romana, la polenta fritta veneta, le focacce liguri, il pesce fritto nelle diverse località marittime e gli immancabili panini ripieni con le tipiche farciture locali che vanno dai salumi ai formaggi senza dimenticare la porchetta laziale.

“Una conferma che la scoperta del territorio e dei suoi prodotti tipici rappresenta un valore aggiunto inestimabile che purtroppo rischia di sparire dalle strade e dalla piazze delle città italiane sotto la pressione dell’omologazione”, spiega il presidente della Coldiretti, Roberto Moncalvo, nel sottolineare che “con la scomparsa dei piatti tipici si perde un pezzo di storia delle città”.

Questo articolo è stato letto 25 volte.

alimentazione, cibo, coldiretti, Food truck, Italia, Street Food, Strret food

Comments (8)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net