Al via il festival europeo della Via Francigena

Condividi questo articolo:

Saranno piu’ di 300 gli eventi in programma, da giugno a settembre, per la quarta edizione della Via Francigena Collective Project 2014

Saranno oltre 300 gli eventi in programma che, da giugno a settembre, valorizzeranno e promuoveranno in tutta Europa la Via Francigena, l’antico percorso di pellegrinaggio all’insegna di un turismo lento, a contatto con l’ambiente e nel segno delle tradizioni. Con questo spirito, la quarta edizione della ‘Via Francigena Collective Project 2014‘, ospiterà i nuovi viaggiatori, disposti a conoscere qualcosa in più del famoso percorso che dall’Europa arriva fino a Gerusalemme.

L’evento, anche quest’anno (come per le passate edizioni), sarà un vero e proprio risveglio alla socialità, alle iniziative, al turismo sostenibile e di qualità, finalizzato alla valorizzazione del patrimonio culturale europeo e delle tradizioni locali. Un ricco programma di eventi di diversa natura e tipologia (tutti ad accesso gratuito) contribuirà a promuovere la Via Francigena: dai 100.000 pellegrini che cammineranno dal tramonto all’alba da Macerata a Loreto, al ‘Giro d’Italia in 80 librerie’, la rinomata staffetta ciclistica, culturale e ambientale lungo l’antico percorso di pellegrinaggio, senza escludere feste di piazza, rievocazioni, convegni, rassegne enogastronomiche, visite guidate, concerti, teatro, danza e pittura. Tutte iniziative, queste, finalizzate a conferire visibilità alla diffusa sensibilità che da Canterbury a Gerusalemme lega l’Europa del risveglio, l’Europa di un’attualissima civiltà pellegrina. Per maggiori informazioni sulle iniziative in programma è possibile consultare questo sito.

(ml)

Questo articolo è stato letto 5 volte.

ambiente, evento, natura, percorso, turismo

Commenti (122)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net