Sostenibilità e car-pooling per l’Università di Venezia

Condividi questo articolo:

L’Università Ca Foscari assume impegni per la sostenibilità e sceglie il car-pooling

L’università Ca’ Foscari di Venezia ha inserito la sostenibilità – ambientale, economica e sociale – tra gli obiettivi del proprio piano strategico e, da tre anni, si è dotata della Carta degli impegni di sostenibilità, documento in cui vengono descritti i comportamenti che l’ateneo si impegna ad adottare ogni giorno, suddivisi in dieci aree d’azione. Il report di sostenibilità relativo all’anno solare 2012 è stato presentato questa mattina in un convegno dal titolo ‘Sostenibili si diventa. Ambiente, benessere e innovazione a Ca Foscari’, tenutosi presso l’aula Baratto della sede centrale dell’università veneziana.

Nello stesso ambito viene anche lanciata l’iniziativa di car-pooling  dell’ateneo veneziano: ideato dagli studenti più attenti all’ambiente, ma portato avanti e appoggiato (e, si spera, prossimamente sfruttato) anche dai docenti, il piano prevede che chi dalla terraferma si debba spostare in centro storico lo faccia “in gruppo”, sfruttando una sola macchina, inquinando meno e sforzandosi solamente di far coincidere gli orari. L’iniziativa, che partirà entro fine mese, nasce nell’ambito del progetto “Ca’ Foscari sostenibile” che ha visto lo scorso anno accademico ridursi del 15% le fotocopie cartacee, aumentare del 19% le risorse disponibili on line, e salire al 37% la superficie di ateneo a certificazione energetica, con un consumo di quasi 15mila metri cubi d’acqua in meno.

Tra le molteplici cifre raccolte nel report, del quale è stata realizzata una versione web interattiva pensata per gli stakeholders, i 267.119 euro di costi per staff coinvolto in attività di sostenibilità, la quantificazione al 54 per cento degli obiettivi di performance tra gli obiettivi di sostenibilità o il fatto che il trenta per cento degli obiettivi della Carta degli impegni sono diventati prassi dell’Ateneo. Ma anche il 44 per cento dei finanziamenti dedicati ai progetti di ricerca destinati alla sostenibilità o la certificazione ambientale Leed ottenuta dal palazzo di Ca’ Foscari (unico edificio storico al mondo, ha ricordato il rettore Carlo Carraro, ad averla ottenuta).

Tutti dati certificati da Bureau Veritas. ”Il lavoro che stiamo facendo – ha spiegato Carraro – intende richiamare l’attenzione su una dimensione importante di cui riteniamo che tutte le istituzioni dovrebbero occuparsi, mentre la sensibilità su questi temi non risulta diffusissima. E i risultati non mancano: non solo a livello economico e ambientale, ma soprattutto nella diversa motivazione che si introduce per il lavoro. E questo ci pone tra le prime cento Università al mondo su questi aspetti”. Nell’occasione, è stata firmata anche la convenzione con i centri servizi di volontariato della regione. ”Questo nuovo progetto – ha illustrato Carraro – intende mettere a disposizione di chi ha bisogno la nostra esperienza a chi ha bisogno: persone e associazioni che si rivolgono a noi in una sorta di ‘banca del tempo’ costruita sui bisogni”. (Ansa)

Questo articolo è stato letto 7 volte.

car pooling, mobilità sostenibile, sostenibilità, Università Ca Foscari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net