ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Randstad, formati in 1.500 rimasti disoccupati durante emergenza-Fase3: fonti maggioranza, 'tensione Franceschini-Conte su stati generali'-Fase3: fonti maggioranza, 'tensione Franceschini-Conte su stati generali' (2)-**Fase 3: si allungano tempi, verso Stati generali mercoledì a Villa Pamphili**-Governo: sondaggio Ipsos, alta fiducia in Conte e nel governo, Lega primo partito-L’innovazione applicata a informazione ed educazione: Andrea Scanzi e Paolo Crepet ospiti sul Mainstage del WMF online nella giornata inaugurale-Coronavirus: Baffi si dimette da Commissione inchiesta Lombardia (2)-Fase 3: ecco lettera Conte-Sanchez a Ue, criteri a frontiere uguali per tutti-Fase 3: Conte, 'su confini Ue criteri condivisi per ritorno normalità'-Aids, diagnosi precoce e qualità della vita: a caccia di sviluppatori per soluzioni innovative-Bombardier: taglierà 2.500 posti di lavoro, pesa emergenza Covid-**Coronavirus: Baffi si dimette da Commissione inchiesta Lombardia**-Varese: spintoni e sberle all'asilo, 5 maestre indagate a Busto Arsizio-**Governo: Conte concentrato su ripresa, mai pensato a suppletive Senato**-Coronavirus: Gori, 'gesto di affetto presenza Mattarella a Bergamo il 28 giugno'-Coronavirus: Mattarella il 28 giugno a Bergamo per commemorazione vittime-Al via giovedì Forum della Comunicazione, asset anti-Covid-Coop, marzo-aprile +5% vendite ma ipermercati - 11%-Fase 3: Conte riunisce capi delegazione, Gualtieri e Patuanelli-Lombardia: consiglio regionale il 9 giugno, tra mozioni richiesta danni a Cina

Sciopero benzinai: quando inizia e perche’

Condividi questo articolo:

Sciopero  degli benzinai confermato per il 18 Giugno. Ma la protesta inizia il 14: come, quando e perche’

 

Confermato lo sciopero dei benzinai per il 18 giugno. Il vertice convocato dal Ministero dello Sviluppo Economico non è bastato a scongiurare lo stop proclamato dai gestori delle pompe di carburante, anche se lo stesso Ministero si è impegnato a nuovi incontri già dalla prossima settimana, sia con i sindacati dei gestori che con l’Unione petrolifera. Il viceministro allo Sviluppo economico, Claudio De Vincenti, ha sottolineato come la concorrenza nel comparto vada ”ampliata”, in modo ”da portare a una riduzione dei prezzi”, con ”l’obiettivo di una riforma complessiva del settore”.

I fronti aperti per una nuova organizzazione del settore dei carburanti sono tre: ‘”Una ristrutturazione della rete che riduca i costi e migliori la qualità del servizio, l’articolazione delle forme contrattuali tra compagnie e gestori (secondo quanto previsto dal dl liberalizzazioni) e una corretta dinamica concorrenziale’.

I tre sindacati, ovvero Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc Confcommercio hanno mostrato apprezzamento per la disponibilità del Governo, ma non faranno nulla perché lo sciopero non venga messo in atto. Non solo: i sindacati puntano il dito contro le ‘compagnie petrolifere’ che, ‘forti del vincolo di fornitura in esclusiva, continuano ad imporre unilateralmente ed arbitrariamente ai gestori prezzi a fuori mercato e molto più alti di quelli praticati da un ristretto numero di impianti, cosiddetti no logo’, o pompe bianche.

 

La protesta dei benzinai partirà quindi la mattina del 14 giugno con la chiusura, fino alla sera del 17 giugno, di tutti gli impianti self service pre-pay. Il giorno dello sciopero vero e proprio è invece fissato per il 18 giugno, data in cui è in programma anche una manifestazione nazionale dei gestori a Roma.

gc

Questo articolo è stato letto 1 volte.

benzinai, Carburanti, sciopero benzinai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net