Alitalia: Lupi frena su accordo bad company

Condividi questo articolo:

Il Ministro dei Trasporti Maurizio Lupi smentisce le voci di un accordo con il gruppo arabo Etihad che vedrebbero la possibilita’ di creare una bad company per le attivita’ critiche della compagnia Alitalia

Il Ministro dei Trasporti Maurizio Lupi smentisce le voci che vedrebbero la possibilità di creare una ‘bad company’ per le attività critiche della compagnia Alitalia. Una ‘bad company’, per chi non lo sapesse, è un tipo di società priva di vitalità economica che viene utilizzata per assorbire eventuali ‘attività in sofferenza’, lasciando contemporaneamente una ‘good company’ in grado di svolgere un’azione efficiente e profittevole. Il progetto su cui starebbero lavorando in Alitalia, per presentarlo martedì alla compagnia emiratina ‘Etihad’, punterebbe infatti alla separazione delle attività industriali da conferire in una società controllata da Alitalia stessa per essere poi successivamente aperta all’ingresso del gruppo di Abu Dhabi attraverso un aumento di capitale riservato.

Il Ministro Lupi, chiarisce quindi ogni eventuale dubbio relativo all’ipotesi di creazione di una bad company negli ultimi dettagli previsti dall’accordo con il gruppo arabo Etihad. ‘Il tema della bad company non è accettabile e non è condiviso dal governo – sottolinea Lupi. ‘Il tema è affrontare un nuovo rilancio industriale della compagnia di bandiera.’ 

‘Il problema di Alitalia – ha aggiunto – è trovare un grande partner industriale forte che la rilanci sul piano internazionale per tornare ad essere un vettore intercontinentale’. Secondo il Ministro dei Trasporti quindi, l’accordo tra Etihad e Alitalia ‘verrà giudicato dal Governo sulla base del piano industriale e dello sviluppo della compagnia di bandiera.’ In attesa del summit di martedì tra i vertici di Alitalia ed Etihad, il numero uno della compagnia del Golfo, James Hogan, non commenta le indiscrezioni e le possibili soluzioni della vicenda limitandosi invece a vantare davanti ai giornalisti in una conferenza stampa i nuovi servizi extra-lusso offerti sugli Airbus A380 e sui Boeing B787 Dreamliner.

(ml)

Questo articolo è stato letto 6 volte.

accordo, alitalia, attività, progetto, società

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net