ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Nuoto: Paltrinieri, 'a Roma mi sento a casa, non vedo l'ora di gareggiare e voglio fare bene'-Nuoto: Barelli, 'risultati degli azzurri frutto di grandi sacrifici delle società'-**Elezioni: ancora in stand by intesa Renzi-Calenda, lavori in corso ma manca ancora il sì**-Calcio: Torino, in arrivo Vlasic in prestito dal West Ham-Elezioni, Scognamiglio: "Terzo polo? Con accordo Calenda-Renzi potrebbe superare la prova"-Nuoto: Europei al via giovedì, Barelli e la Pellegrini tagliano il nastro-Calcio: Lipsia, ufficiale l'acquisto di Sesko che resta in prestito per un anno al Salisburgo-**Pd: effetto Calenda sulle liste, Letta lavora a candidature in vista della 'nuova' Direzione**-Tennis: S. Williams annuncia imminente ritiro, 'farò la mamma, mi godrò ultime settimane'-Milano: investe e uccide 11enne, denunciato 'non l'ho visto, scappato per paura' (2)-Milano: investe e uccide 11enne, pirata della strada negativo all'alcoltest-**Milano: investe e uccide 11enne, denunciato 'non l'ho visto, scappato per paura'**-Calcio: Monza, fatta per l'acquisto di Petagna dal Napoli-Calcio: Cremonese, preso Escalante in prestito dalla Lazio-Elezioni: fonti Iv, ancora aperte due strade, corsa solitaria o con Calenda-Atletica: Diamond League, a Montecarlo l'ultima tappa prima degli Europei-Calcio: Roma, ufficiale la cessione al Celta Vigo di Carles Perez-Milano: investe e uccide 11enne, denunciato per omicidio stradale-Calcio: Wijnaldum, 'voglio essere il centrocampista perfetto per la Roma'-Elezioni, Pasquino: "Eleggeremo un Parlamento pessimo, colpa di questa legge elettorale"

New York: in city bike con l’abbonamento annuale

Condividi questo articolo:

A New York il successo crescente delle due ruote ecologiche si deve anche alle idee nuove e alla capillarita’ dei progetti. Il bike sharing, per esempio, si dota di abbonamenti annuali, mensili e settimanali

 

Bel termine il ‘bike sharing‘. Abbiamo fatto nostro questa parola anglosassone, ma stentiamo a rendere organica l’offerta viaria e di servizi dedicata a chi sceglie la bicicletta. Le nostre città, con programmi molto ‘timidi’, dedicano spazi, risorse e mezzi limitati alla popolazione, quando si parla di bici. Il turismo si serve del noleggio privato o dei sovraffollati e mai puntuali mezzi pubblici, il cittadino ripiega sul mezzo proprio, ognuno programma i suoi spostamenti in maniera autonoma. Soprattutto nelle grandi città, dove il traffico dei veicoli a motore allunga enormemente i tempi di percorrenza e appesantisce l’inquinamento atmosferico, c’è oggi bisogno di progetti seri e impegnativi nei confronti del tema trasporti.

La bicicletta, a differenza di altri mezzi, ha un impatto ambientale pressoché nullo ed uno economico affrontabilissimo, soprattutto per gli enti locali ed i comuni volenterosi. Sono molte le sperimentazioni e i casi virtuosi, ma spesso riguardano le piccole città. Il fatto che un progetto di bike sharing diventi capillare e ben organizzato, con tanto di abbonamenti giornalieri, settimanali ed annuali in una grande metropoli come New York, è un segnale davvero importante.

Al via saranno subito disponibili circa 6.000 biciclette in 300 stazioni; una mappa da fare invidia alle reti metropolitane più avanzate. Le stazioni, alimentate dalla luce solare, guidano l’utente attraverso un pannello di controllo computerizzato che gli consente di prelevare e riconsegnare la bicicletta in poco tempo. Come se non bastasse le biciclette sono provviste di baricentro basso che consente al mezzo di sopportare utilizzatori di peso differente. Biciclette con tre marce, luci a led anteriori e posteriori, campanello e portapacchi, dotate di protezione per catena e parti ingrassate. A New York sembra non abbiano tralasciato nessun particolare per rendere l’esperienza una piacevole abitudine. Ciliegina sulla torta è l’abbonamento annuale che parte dai 95 dollari, un bel risparmio in tempi di crisi.

(Vincenzo Nizza)

Questo articolo è stato letto 34 volte.

bicic, bicicletta, bike sharing New York, new york

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net