ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Governo: Bersani, 'con nuovo patto con Iv tra 15 giorni siamo da capo'-Governo: Bersani, 'non numeri raccogliticci ma patto politico con formazione di centro'-Francia: Minc, 'dipendenti dovrebbero detenere 10% del capitale delle loro aziende'-Governo: Bersani, 'Iv operazione di transfughi e arroganti-**Coronavirus: lo statistico Arbia, 'assurdo vincolare passaggio zona a numero infetti'**-Coronavirus: esperto, 'sono 10 mln gli italiani già entrati in contatto con virus'-Napoleone: venduta per quasi 100mila euro la chiave della prigione di Sant'Elena-**Calcio: Pingitore, 'una battuta sulla Roma di ieri? ..Sì, bisogna darla in testa ai giocatori'**-**Iraq: Del Noce, 'l'apocalisse su Baghdad, non scorderò mai prima notte guerra del Golfo'**-**Iraq: Del Noce, 'l'apocalisse su Baghdad, non scorderò mai prima notte guerra del Golfo'** (2)-Polizia: Gasparri, 'da Nannini messaggio fallito, ritiri video'-Coronavirus: Gelmini, 'non garantiti abbandonati da governo'-**Governo: Udc, 'no a giochi palazzo, noi restiamo nel centrodestra'**-Governo: Orlando, 'trasformista? quello che ha cambiato casacca come te ma ti sta antipatico'-Governo: De Bonis (Maie), 'crescono adesioni, dopo fiducia Conte Ter con nuova squadra'-Recovery: Magorno (Iv), 'uniti per non lasciare indietro la Calabria'-Governo: Crippa, 'risolviamo crisi che interessano a cittadini'-Governo: Lupi, 'serve autorevolezza, non Conte ter'-Governo: Napoli (Fi), 'serve maggioranza con programma credibile e spendibile'-**Governo: Cucca (Iv), 'sono e resto con Renzi, basta illazioni'**

Mangiare squali nonostante i divieti

Condividi questo articolo:

Negli Stati Uniti, zuppa di pinne di squalo nei menu di quasi 200 ristoranti

Un recente aggiornamento del database digitale gestito dall’Animal Welfare Institute indica che quasi 200 ristoranti, negli Stati Uniti, offrono nel loro menu zuppa di pinne di squalo e altri prodotti provenienti dal predatore dei mari, nonostante siano stati banditi in oltre 12 stati.

Come è noto, le pinne di squalo vengono commerciate come una prelibatezza, specialmente nelle comunità dell’Asia orientale; rimuoverle è una pratica offensiva, condannata da ambientalisti e attivisti per i diritti degli animali in tutto il mondo.

In testa alla classifica c’è la California, che ha il maggior numero di ristoranti che offrono piatti a base di squalo (ben 59), nonostante un divieto assoluto di detenzione, vendita, commercio o distribuzione di pinne di squalo vigente dal 2013. New York ha approvato un divieto simile nel 2014, ma ha ancora 19 ristoranti che offrono prodotti di squalo, per fare un altro esempio.

Circa 73 milioni di squali vengono uccisi ogni anno solo per raccogliere le loro pinne e, spesso, questa pratica include la cattura degli animali e la rimozione sanguinante delle loro pinne mentre sono ancora vivi. Poi, gli squali vengono rigettati in acqua, dove le loro possibilità di sopravvivenza sono quasi impossibili. Questo metodo, molto diffuso, è ovviamente considerato disumano e crudele, a causa della sofferenza che gli squali sopportano durante e dopo la rimozione delle pinne.

Nonostante siano dei predatori – anzi, proprio per questo – gli squali sono assolutamente essenziali per gli ecosistemi marini sani e, secondo la International Union for the Conservation of Nature, tutte le specie di squali usati in questi piatti sono considerate in pericolo di estinzione tranne una.

 

Questo articolo è stato letto 36 volte.

caccia illegale, california, ecosistemi marini, estinzione, menu, menu vietato, new york, pinne di squalo, rischio estinzione, ristorante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net