ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Covid: bozza dl, scuola torna in presenza, superiori al 50% no deroghe da Regioni-Covid: bozza dl, deroghe a scuola in presenza solo per focolai virus-Covid: bozza dl, flessibilità per scuola, in zone gialle e arancione minimo 60% in presenza-Diritto autore: Siae, la direttiva copyright entra nell’ordinamento italiano-Ue: Stefano, 'legge delegazione in linea con obiettivi Next Generation Eu'-Covid: bozza dl, da 1/6 in zona gialla ristoranti anche al chiuso, consumo al tavolo fino alle 18-Covid: bozza dl, dal 26/4 in zona gialla torna calcetto, ok sport contatto ma no spogliatoi-Covid: bozza dl, in zona gialla da 15/5 piscine all'aperto, da 1/6 tornano palestre-Covid: bozza dl, dal 26/4 in zona gialla teatri, cinema e concerti-Calcio: Juventus, Bernardeschi guarito dal covid-Covid: bozza dl, da 1/7 in zona gialla tornano fiere, convegni e congressi-Vaccini Covid e trombosi rare, ecco i casi per ogni prodotto-Superlega: avvocato Pezzano, 'scontro non conviene a nessuno, rivoluzione per diritti tv'-Grillo: Conte, 'Beppe sconvolto, ma autonomia toghe e lotta violenza donne temi centrali'-Grillo: Conte, 'comprendo angoscia Beppe ma non trascurare dolore ragazza e familiari'/Rpt-**Ue: Amendola, 'con legge delegazione tra i primi a legiferare su copyright'**-Ue: Senato approva definitivamente legge delegazione europea (2)-Omofobia: Rossomando, 'decisi a votare per calendarizzazione ddl Zan'-Covid: bozza decreto, misure valide fino al 31 luglio-Ue: Lorefice (M5S), 'con legge delegazione europea altro passo verso nostra idea Italia'

Intesa tra Daimler, Nissan e Ford per auto a celle a combustibile

Condividi questo articolo:

Promuovere la diffusione di veicoli a emissioni zero: un accordo fra Daimler, Ford e Nissan per accelerare la commercializzazione di tecnologie fuel cell

Mobilità sostenibile e riduzione dei fattori di inquinamento: all’accordo dei giorni scorsi fra Toyota e Bmw per lo sviluppo di sistemi di celle a combustibile, rispondono Daimler, Ford Motor Company e Nissan con l’intesa per accelerare la commercializzazione di queste stesse tecnologie fuel cell in un ambiente comune che favorira’ la diffusione dei veicoli a emissioni zero.

Un’intesa, questa, che vuole mandare un segnale chiaro all’industria automobilistica, alle istituzioni e ai grandi fornitori, per incoraggiare ulteriori sviluppi di infrastrutture per la propulsione a idrogeno in tutto il mondo, come le stazioni di ricarica.

L’accordo dovrebbe permettere alle aziende di ridurre significativamente i costi di investimento con l’obiettivo di lanciare gia’ nel 2017 i primi veicoli elettrici a celle a combustibile (Fcev) accessibili e destinati ai segmenti di volume. I veicoli Fcev sono spinti da motori elettrici alimentati a idrogeno: l’elettricita’ per la propulsione nei veicoli fuel cell e’ prodotta da una serie di celle a combustibile Fcev che generano una reazione elettrochimica tra idrogeno, conservato in uno speciale serbatoio ad alta pressione e l’ossigeno presente nell’aria. L’unico sottoprodotto generato e’ vapore acqueo, assieme a calore. Il lavoro di ingegneria sulle celle a combustibile e sui sistemi di ricarica sara’ effettuato congiuntamente dalle tre aziende in diverse parti del mondo. I partner sono in fase di studio di eventuali ulteriori sinergie per lo sviluppo di altri componenti per i veicoli Fcev.

(g.cat.)

Questo articolo è stato letto 7 volte.

bmw, celle a combustibile, Daimler, emissione zero, Fcev, Ford, inquinamento, nissan, toyota, veicoli elettrici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net