Riciclo. Da cabine telefoniche ad acquari tropicali

Condividi questo articolo:

In Francia il riciclo creativo ha trasformato le vecchie cabine telefoniche in divertenti acquari tropicali: una vecchia infrastruttura in disuso ha dato vita ad una nuova attrazione

Da cabine telefoniche ad acquari tropicali il passo è breve, almeno in Francia. Così, le cabine in disuso abbandonate sono riuscite ad attrarre gli sguardi di migliaia di turisti. La cabina-acquario è stata realizzata nella città di Lione in occasione della tradizionale Festa delle Luci.

L’idea di trasformare le cabine telefoniche in acquari è certamente un modo per ridare vita ad infrastrutture oramai inutilizzate e creare dal vecchio qualcosa di nuovo capace di piacere ancora: è questa l’arte del riciclo. La cabina-acquario è nata da una collaborazione tra il light designer Benoit Deseille e l’artista Benedetto Bufalino.

Cabine telefoniche trasformate in acquario

Certo l’idea di trasformare le cabine telefoniche in acquari è bella, ma ci sarebbe comunque da chiedersi se i pesci siano felici di vivere a contatto con un vecchio telefono, in un luogo troppo piccolo e sempre a contatto con l’inquinamento acustico e atmosferico. In Italia, le vecchie cabine sono state quasi tutte rimosse, mentre in altri stati sono diventate delle mini-librerie dove prendere in prestito libri e lasciare quelli che ormai non si leggono più.  

(gc)

Questo articolo è stato letto 9 volte.

acquari tropicali, cabine telefoniche diventano acquari, riciclo, riciclo creativo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net