Premio Non Sprecare 2012, scopri come partecipare

Condividi questo articolo:

Desideri vincere l’equivalente del tuo peso in prodotti biologici? Partecipa al premio Non Sprecare, la testata diretta da Antonio Galdo. Scopri come puoi fare

 

Giunge quest’anno alla terza edizione il Premio Non sprecare, ideato e organizzato dal giornalista e scrittore  Antonio Galdo, autore, tra l’altro, del libro Non Sprecare, ripubblicato di recente da Einaudi nell’edizione tascabile. Il premio ha come finalità la promozione e la valorizzazione delle buone pratiche orientate a capovolgere il paradigma contemporaneo dello spreco per favorire risparmio, nuovi stili di vita, sostenibilità. E innanzitutto una sana, stabile e non drogata crescita economica.

Anche per il 2012 il Premio Non Sprecare sarà articolato in quattro sezioni: Aziende; Istituzioni e Associazioni; Scuole; Personaggio. Il riconoscimento verrà assegnato a persone fisiche e/o giuridiche che abbiano realizzato, nel corso dell’ultimo anno a decorrere dalla data di consegna del Premio, originali e utili iniziative antispreco. In linea con lo spirito della manifestazione, i vincitori saranno premiati con un quantitativo di prodotti biologici pari al peso del vincitore della categoria, offerti dalla società Alce Nero & Mielizia, gruppo leader nel settore dell’agricoltura biologica (www.alcenero.it).

“Le statistiche dicono che gli sprechi stanno diminuendo in tutti gli ambiti, e questo non solo per effetto di una grave e pesante recessione ma anche per una maggiore responsabilità nei nostri comportamenti quotidiani. – spiega Antonio Galdo – Aumenta la consapevolezza di quanti danni produce lo spreco, e l’indifferenza che lo accompagna, e di quante opportunità possono nascere dalla lotta contro il virus che ci ha contagiato negli ultimi decenni. La Grande Crisi è anche la Grande Occasione per cambiare: guai a sprecarla”.

Tra le novità della terza edizione del Premio Non Sprecare ci sono i partner che affiancano Antonio Galdo nell’iniziativa: il Ministero dell’Ambiente, il CNR, l’Università La Sapienza di Roma, Radio 1 Rai e il gruppo editoriale web Banzai.  

La giuria chiamata a valutare le proposte sarà composta da Enrico Giovannini, presidente Istat; Monsignor Vincenzo Paglia, arcivescovo di Terni; Cristina Gabetti, giornalista; Lucio Cavazzoni, presidente Alce Nero; Mihaela Gavrila, docente presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università La Sapienza di Roma; Jacopo Giliberto, portavoce del ministro dell’Ambiente e della tutela del territorio e del Mare Corrado Clini; Lorenza Gallotti direttore responsabile E-gazette.it; Ruggero Casacchia, primo tecnologo presso il Dipartimento Terra e Ambiente del CNR.

Le proposte dovranno pervenire entro la data ultima del 30 settembre 2012, all’indirizzo di posta elettronica premio@nonsprecare.it oppure all’indirizzo Premio Non Sprecare, Via Sardegna, 55 – 00187, Roma. La consegna del Premio Non Sprecare, per tutte le sezioni, avverrà nell’ambito del programma del prestigioso Festival della Scienza di Genova, che si terrà dal 25 ottobre al 4 novembre 2012. (com)

 

Questo articolo è stato letto 2 volte.

antonio galdo, biologico, crisi, non sprecare, Premio non sprecare, riciclo, risparmio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net