L’ecosostenibilita’ brilla, dagli oggetti in disuso nasce un mondo di eleganza e originalità

Condividi questo articolo:

La sostenibilità diventa sinonimo di lusso. Durante l’evento Altaroma abbiamo incontrato i due eco-creativi Fabio Maria Alecci e Walter Di Paola, che dagli oggetti in disuso fanno nascere un mondo di eleganza e originalità

Gioielli scultura, arredi per la casa, specchi e mobili prendono continuamente vita da oggetti comuni. Tappi, bottiglie, bambole vecchie, gommapiuma, rami raccolti per strada: così nascono le idee del duo Alecci e Di Paola, incontrati durante l’evento Altaroma 2012, le cinque giornate dell’Alta Moda, che hanno avuto luogo a Roma dal 28 al 31 gennaio.

Tavolini da soggiorno rivestiti da pezzi di bottiglie di vino, vasi realizzati con un mosaico di cocci e specchi, lampade create con il ferro trovato per la strada, letti a baldacchino sostenuti da ramoscelli caduti dagli alberi, e comode poltroncine in corda vegetale. Ancora, anelli, collane, bracciali, tutti in plastica riciclata, lavorati come oggetti di lusso dall’allure sofisticato.

“Abbiamo cominciato riciclando flaconi di shampoo, ma all’inizio nessuno ci capiva”, raccontano Fabio Maria Alecci, catanese classe 1965, e Walter Di Paola, romano del 1970, impegnati anche alla diffusione del rispetto ambientale nelle scuole elementari. Diplomato all’Istituto Statale d’Arte, uno, e all’Istituto Europeo di Design, l’altro, si incontrano nella Capitale, aprendo nel 2001, a due passi dal Colosseo, lo studio Arteficinterni, poi divenuto “Alecci e Di Paola artefici d’interni”.

Il successo all’interno del mondo patinato arriva quest’anno. “Il giovane stilista Luigi Borbone ci ha notato e ha voluto la nostra collaborazione per la creazione degli accessori che hanno accompagnato la sua White, White Collection, presentata nei sontuosi saloni di Palazzo Ferrajoli la sera d’apertura di Altaroma”. Eterei, evanescenti, quasi provenienti da un’altra dimensione: così si sono presentati gli eco-gioielli, sorretti dalle androgine e algide modelle, vestite e truccate di bianco. La ricetta? Tridimensionalità, futurismo e pura genialità, condite da pietre, cristalli luminosi ed eleganza tailor made.

 

(Flavia Dondolini)

Questo articolo è stato letto 1 volte.

arredi di lusso, come arredare casa, riciclo, riciclo e lusso, riciclo gioielli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net