ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
**Governo: Renzi 'Conte non ha i numeri', ma Pd fermo su stop a Iv**-**Governo: Renzi 'Conte non ha i numeri', ma Pd fermo su stop a Iv** (2)-Archeologia: Bronzi di Riace, Museo Reggio Calabria prepara 50esimo ritrovamento-Archeologia: Bronzi di Riace, Museo Reggio Calabria prepara 50esimo ritrovamento (2)-Archeologia: Bronzi di Riace, Museo Reggio Calabria prepara 50esimo ritrovamento (3)-Governo: Pd, 'prezzo crisi immenso, in Parlamento tutti si assumano responsabilità'-Scrittori: ritrovati a Taranto scritti originali del Premio Nobel Quasimodo-Ue: Gentiloni, 'se Next Generation Eu funzionerà si potrà riproporre'-**Ue: Gentiloni, 'ruolo maggiore Stato comprensibile ora ma poi trovare equilibrio'**-Governo: Berlusconi, 'centrodestra unito e compatto, da sinistra spettacolo deludente'-**Danza: è morto Juan Carlos Copes, il leggendario ballerino di tango aveva il Covid**-Sport: Sbrollini e Nobili (Iv), 'preoccupazioni Malagò giustificate'-**Governo: Calenda, 'Mastella si chiama fuori? Bene non ne sentiremo la mancanza'**-Governo: Delrio, 'bentornato De Filippo, bene sì a fiducia'-**Governo: Renzi a parlamentari Iv, fiero di nostro lavoro, avanti su contenuti'**-Governo: Mastella, 'mi chiamo fuori, ci sarà Conte ter con Iv'-Governo: Renzi con parlamentari Iv, 'non hanno numeri, stiamo uniti'-Governo: Renzi con parlamentari Iv, 'domani decidiamo come comportarci'-**Governo: in corso riunione Crimi-Bonafede con direttivi gruppi M5S**-Arte: è morto Mitsumasa Anno, grande maestro giapponese dell'illustrazione (2)

Welfare: Pd, ‘politiche sociali e sociosanitarie siano priorità per il prossimo biennio’

Condividi questo articolo:

Roma, 5 dic. (Adnkronos) – “Il Pd intende portare la centralità delle politiche sociali e dell’integrazione sociosanitaria come una delle priorità per il biennio 2021-2023”. A ribadirlo sono Brenda Barnini responsabile welfare PD e Rita Visini responsabile politiche per la disabilità.

“Abbiamo avviato un percorso di confronto ed elaborazione con esperti del settore e politici al fine di rafforzare le nostre proposte. La crisi che si accompagna a quella sanitaria è soprattutto crisi sociale e dobbiamo assolutamente colmare il vuoto normativo che esiste in questo campo nel nostro Paese. A distanza di venti anni dall’approvazione della legge 328/2000, il Parlamento deve assolutamente farsi carico del compito che la Costituzione gli assegna nella “determinazione dei livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali che devono essere garantiti su tutto il territorio nazionale” (art. 117 c. 2 lettera m). Oggi invece Il Welfare Italia Index rileva la grande differenza tra la prima e l’ultima Regione (oltre 28 punti di differenza) e la polarizzazione tra nord e sud del Paese (le ultime 8 Regioni appartengono all’Italia meridionale e insulare)”.

“È necessario pertanto che non solo si approvino già dalla legge di bilancio gli emendamenti che vanno nella direzione di strutturare i servizi sociali territoriali e stabilizzare le assunzioni degli assistenti sociali ma che si prosegua con forza sulla strada del riordino di questo pezzo fondamentale del Welfare. Accanto alla previdenza e alla sanità, le politiche sociali e sociosanitarie devono avere pari dignità. Definizione dei livelli essenziali, riordino dei fondi e aumento delle somme destinate alle politiche sociali, istituzione di una direzione interministeriale che faccia finalmente nascere l’integrazione tra il sociale e il sanitario. Queste le principali questioni su cui lavoreremo nei prossimi mesi”.

Questo articolo è stato letto 5 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net