Rep.Congo: indagini, cc non ha sparato

Condividi questo articolo:

Roma, 25 feb. (Adnkronos) – Non avrebbe sparato alcun colpo di pistola il carabiniere Vittorio Iacovacci: è un primo dettaglio che emerge dalle indagini sulla pistola del militare dell’Arma acquisita dai carabinieri del Ros che indagano, sotto il coordinamento della Procura di Roma, sulla morte di Iacovacci e dell’ambasciatore Luca Attanasio, uccisi in un conflitto a fuoco nella Repubblica Democratica del Congo il 22 febbraio scorso.

L’arma, trovata dagli investigatori congolesi nel fuoristrada in cui si trovavano i due connazionali e consegnata ai carabinieri del Ros, aveva nel caricatore tutti i proiettili ed è stata acquisita e riportata in Italia insieme agli indumenti che indossava Iacovacci.

Questo articolo è stato letto 4 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net