ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
**Ue: Dragi, 'difesa comune inevitabile, Stati soli non possono farcela'**-Ue: Draghi, 'non è solo per bisogno che si sta in Europa ma per realismo'-Polonia: Draghi, 'Ue sta reagendo con fermezza, pieno sostegno'-Torna a splendere urna etrusca grazie a collaborazione fra Q8 e Museo di Villa Giulia-Tennis: ministro immigrazione Australia, 'accesso consentito solo con 2 dosi di vaccino'-**Calcio: alcune federazioni europee valutano l'uscita dalla Fifa con Mondiale biennale**-Calcio: Collovati, 'vittoria su Sheriff dà fiducia a Inter, qualificazione in Champions alla portata'-Chirurgia, Marco Scatizzi eletto nuovo presidente Acoi-Migranti: Casa Impastato, 'raccolta fondi per Mimmo Lucano'-Tardelli, 'vittoria convincente dell'Inter, ora serve successo in trasferta'-Ue: Draghi, 'senza intervento Stato transizione digitale-ecologica non si fa'-Migranti: Draghi, 'ora piano d'azione Ue chiaro e adeguatamente finanziato'-Mafia: Palermo, al via nuova edizione Progetto educativo antimafia del centro Pio La Torre-Migranti: Draghi, 'chiederò punto su impegni assunti in ogni Consiglio Ue'-Clima: Draghi, 'Ue da sola non può farcela, agire tutti in modo incisivo'-Clima: Draghi, transizione non distrugge posti di lavoro ma amplia occupazione-Sanità: Draghi, evitare protezionismo come in primi mesi pandemia-Calcio: Icardi fa pace con Wanda Nara? 'Grazie per continuare a credere nella nostra famiglia'-Ue: Draghi, 'su digitale Italia indietro, ma colmerà divario e sarà guida'-Ue: Draghi, 'cybersicurezza priorità, illeciti off line devono esserlo anche on line'

Referendum: Bonino, ‘partiti deprimenti, non parlano di temi ma di limitare strumento’

Condividi questo articolo:

Roma, 22 set. (Adnkronos) – “Il ‘Palazzo’, in varie forme, di tutto vuole parlare, anche a vanvera, tranne che occuparsi del merito delle questioni che noi poniamo. È davvero deprimente dover registrare come, a fronte della straordinaria risposta di partecipazione democratica alle raccolte di firme in corso, i primi commenti si focalizzino sull’innalzamento del numero di firme”. Lo dice la senatrice di Più Europa, Emma Bonino, in un’intervista a Il Riformista.

“Ma come? Centinaia di migliaia di persone chiedono una radicale riforma istituzionale degli apparati di giustizia, che tutte le forze politiche ammettono essere indispensabile, e invece di iniziare a discutere del merito delle proposte in campo, il riflesso dei partiti è quello di cercare subito di limitare l’uso del referendum? E questo naturalmente non vale solo per la giustizia, ma anche per l’eutanasia e la cannabis: ma è un vecchio ritornello a cui siamo abituati”.

“Invece di strologare su queste cose fantasiose, perché non ci occupiamo del merito dei temi e discutiamo di questi? Fa ridere questa alzata di scudi, quando nessun referendum è ancora stato né depositato, né esaminato dalla Cassazione e tanto meno dalla Corte costituzionale. Devo dire – aggiunge – che l’affluenza è stata abbastanza sorprendente. Sono abituata a tavolini in cui bisogna spiegare ai cittadini la questione in modo da attirarli e questa volta è completamente diverso. E questo è un bene per la democrazia tutta”, conclude Bonino.

Questo articolo è stato letto 2 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net