**Quirinale: Ceccanti, ‘tifo per Mattarella bis, ma ddl Zanda non c’entra con Colle’**

Condividi questo articolo:

Roma, 2 dic. (Adnkronos) – “Questo progetto di legge ha senso a prescindere”. Stefano Ceccanti, costituzionalista e capogruppo Pd in Affari costituzionali alla Camera, parla così del ddl Zanda-Parrini depositato oggi al Senato. E quel “a prescindere” è inteso rispetto alla partita del Quirinale che si sta per aprire. “Non escludiamo di presentare una proposta analoga anche qui alla Camera, stiamo valutando”, spiega all’Adnkronos. La proposta, un ddl costituzionale, stabilisce che ci sia un solo mandato per il Colle e abolisce il semestre bianco. Di una riforma in questo senso ha parlato più volte il presidente Mattarella. “Non c’è alcun legame con il bis -dice Ceccanti-. Detto questo, io ritengo che sarebbe la soluzione migliore”.

E’ una sua posizione o del Pd? “Il Pd non è ancora entrato in questa discussione. Io personalmente, nell’equilibrio che ci siamo dati da vari mesi con Draghi a palazzo Chigi e Mattarella al Quirinale, non vedo alternative a confermare i due nel ruolo che hanno. Ma questo lo penso a prescindere dal progetto di legge” Zanda-Parrini.

Si aspetta una posizione più ‘esplicita’ da parte del Pd e del segretario Letta? “Letta fa il segretario, ha responsabilità diverse, io esprimo un’opinione personale. Noi ci siamo dati uno scadenzario che riguarda la realizzazione del Pnrr e poi c’è il ruolo del presidente del Consiglio dentro il consiglio europeo. Un Consiglio in cui la settimana prossima cambia il Cancelliere tedesco e avremo un Cancelliere che non è mai stato alle riunioni del Consiglio europeo, in cui il presidente Macron è in campagna elettorale per il mese di aprile… secondo me la presenza di Mario Draghi al Consiglio europeo è più che utile. E al Consiglio europeo ci va il presidente del Consiglio, non il presidente della Repubblica”.

Questo articolo è stato letto 5 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net